Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Era il novembre 2013 quando Riina, dal carcere di Opera, lanciò il suo proclama di morte contro il pm Nino di Matteo (“Organizziamola questa cosa! Facciamola grossa e non ne parliamo più").
Si trattava in realtà, a ben vedere, di un segnale di sconfitta, di impotenza contro la pervicacia di un uomo, di un magistrato che, con coraggio, da anni conduce una lotta senza quartiere contro l'organizzazione della quale è a capo "la mafia".
Nino Di Matteo ha contribuito a svelarne anche i legami con settori deviati delle istituzioni che è riuscito ad individuare e far incriminare e condannare, nel processo più importante contro la criminalità organizzata ed i suoi favoreggiatori occulti che sia mai stato tenuto dopo il Maxiprocesso.
Oggi, dopo 8 anni, le minacce ritornano, e sempre dallo stesso carcere, ad opera del boss calabrese Bellocco che, parlando con un altro detenuto e ritenendo di non essere ascoltato, dice di sapere che Di Matteo deve essere ammazzato, che la sua condanna a morte è già stata emessa...
I cittadini onesti non possono tollerare ancora una volta, come nel triste passato di questa terra,che un uomo delle istituzioni, un onesto e fedele servitore dello Stato, possa essere oggetto di tale genere di minacce.
Mai più un uomo che difenda lo Stato di diritto e i suoi princìpi dovrà cadere vittima della tracotanza mafiosa!
Scorta Civica, associazione nata proprio a seguito delle minacce da parte di Riina per sostenere l'operato dei magistrati minacciati dalla mafia, ribadisce la propria presenza accanto al dott. Di Matteo e si fa sentire sempre più forte, per esortare tutti i cittadini onesti ad innalzare la loro voce di protesta contro la criminalità organizzata ed il suo clima avvelenato che da troppo tempo continua a paralizzare la vita e lo sviluppo di questa terra.
Scorta Civica tornerà nelle piazze per manifestare vicinanza e solidarietà al dott. Di Matteo e nei prossimi giorni inviterà tutti a partecipare.

ARTICOLI CORRELATI

''Ammazzano Di Matteo'', nelle parole del boss Bellocco torna l'allarme per il magistrato

La solidarietà dell'Anm per Nino Di Matteo

Solidarietà a Nino Di Matteo da Sebastiano Ardita

La solidarietà a Nino Di Matteo del compianto Giulietto Chiesa

Attentato a Di Matteo, Borrometi: ''C'è ancora chi fa finta di non capire''

Le Agende Rosse accanto a Nino Di Matteo

Fondazione Caponnetto: ''Mafia non dimentica. Solidarietà a Di Matteo''

Morra: per Di Matteo sentenza di morte dalla mafia ma politica pensa ad altro

Attentato a Di Matteo: chi e perché vuole uccidere il pm di Palermo

Attentato a Di Matteo, indagine in archivio ma progetto ancora in atto

Meglio tardi che mai. Nino Di Matteo reintegrato nel pool stragi

Attentato Di Matteo, Ardita: ''Nuovo pentito rappresenta riscontro strategia stragista''


Cercate bene l'esplosivo destinato a Nino Di Matteo, troverete Matteo Messina Denaro - di Saverio Lodato

Attentato Di Matteo: solidarietà al magistrato dal plenum CSM

Schizofrenia istituzionale. ''Bene il reintegro di Di Matteo, ma de Raho spieghi motivi allontanamento'' - di Salvatore Borsellino

Attentato a Di Matteo: dai Galatolo l’ordine di uccidere

Allarme attentato, tra Roma e Palermo, con Di Matteo nel mirino

Attentato a Di Matteo: dai Galatolo l’ordine di uccidere

Si pente Galatolo, boss dell’Acquasanta: contro Di Matteo non solo Cosa Nostra

Attentato a Di Matteo: chi e perché vuole uccidere il pm di Palermo

Le stragi della Mafia-Stato: il ''ruolo attivo'' di Messina Denaro

Un altro pentito conferma: ''C'è l'esplosivo per Di Matteo''

Processo trattativa, Vito Galatolo: “Su attentato Di Matteo apparati dello Stato dietro a Messina Denaro”

Da “Golem II” a “Perseo”, “Diabolik” guarda il capoluogo

Bongiovanni attacca la Mafia-Stato in una difesa storica al pm Di Matteo

Attentato a Di Matteo, indagine in archivio ma progetto ancora in atto

Via d'Amelio: Scarantino e quel depistaggio di Stato

La vera storia del giudice Di Matteo

Bongiovanni: ''Attentato a Di Matteo? Significa colpo di Stato''

Attentato a Di Matteo: perché lui, perché ora

Di Matteo alla Procura Nazionale antimafia, c'è il sì del Csm

Di Matteo alla Dna? Forse sì, anzi no, non ancora

Di Matteo rifiuta il trasferimento: ''Lasciare Palermo sarebbe una resa''

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy