Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Mosca si dice pronta a riprenderli anche con Kiev che però risponde: “Cessate il fuoco impossibile senza il ritiro totale delle truppe”

Riprendono i colloqui tra la Russia e gli Stati Uniti, con la telefonata tra i capi di stato maggiore delle due potenze. La conferma arriva anche dal Pentagono e la Nato dice che potrebbe esserci speranza per una soluzione. Si tratta del primo colloquio dall'inizio della guerra. Mentre la Turchia continua a schierarsi contro l'adesione di Finlandia e Svezia nella Nato, il presidente statunitense Biden risponde con un forte sostegno all'ingresso dei due Paesi scandinavi nell'Alleanza. Intanto, un totale di 1.730 soldati ucraini che erano asserragliati nell'acciaieria Azovstal di Mariupol si sono arresi da lunedì scorso: lo ha reso noto oggi il ministero della Difesa russo, secondo quanto riporta l'agenzia Interfax. Secondo i media russi, il vice comandante e portavoce del Reggimento Azov, Svjatoslav Palamar (Kalina), avrebbe lasciato l'Azovstal ieri sera. La Russia, inoltre, si dice pronta a riprendere i colloqui con l'Ucraina ma solo quando Kiev si dichiarerà pronta a farlo, come ha detto il vice ministro degli Esteri russo Rudenko. Immediata la risposta di un consigliere di Zelensky che ha puntualizzato: "Non offriteci un cessate il fuoco, questo è impossibile senza il ritiro totale delle truppe”. Nel frattempo non cessano gli scontri tra le due fazioni in campo.
Almeno 12 persone sono state uccise e altre 40 ferite oggi nei bombardamenti russi sulla città di Severodonetsk, nell'est dell'Ucraina, quasi circondata dalle forze di Mosca, come ha annunciato il governatore regionale Serguii Gaidai. I russi "hanno iniziato al mattino a bombardare il centro regionale in modo casuale con armi pesanti. I bombardamenti continuano", ha precisato sul Telegram.
Dieci civili sono morti, inclusi due bambini, e sette sono rimasti feriti in due città della regione ucraina di Donetsk (est) nei bombardamenti dell'esercito russo di ieri e oggi, a riferirlo è il capo dell'amministrazione militare regionale, Pavlo Kyrylenko, riportato da Interfax Ukraine. "Il 18 maggio i russi hanno ucciso dieci civili del Donbass, sette a Lyman e tre a Bakhmut. Tra i morti ci sono due bambini, uno a Lyman e uno a Bakhmut. Altre sette persone sono state ferite oggi", ha detto Kyrylenko aggiungendo che è attualmente impossibile stabilire il numero esatto delle vittime nelle città occupate di Mariupol e Volnovakha.
Le forze di Mosca hanno continuato a bombardare ieri sera la regione ucraina di Sumy (est) lungo il suo intero confine con la Russia: lo ha reso noto su Telegram il capo dell'amministrazione militare regionale, Dmytro Zhyvytskyi, secondo quanto riporta la Ukrainska Pravda. "I nemici russi sembrano impazziti. I bombardamenti sono continuati lungo l'intero confine della regione di Sumy", ha scritto Zhyvytskyi, spiegando che gli attacchi con pezzi di artiglieria pesante provenivano dal territorio russo. Per il momento non si segnalano vittime.
Almeno una persona è morta questa mattina all'alba in un attacco delle forze ucraine contro il villaggio russo di Tyotkino, nella regione di Kursk (sud-ovest), vicino al confine con l'Ucraina, come ha reso noto sempre su Telegram il governatore della regione, Roman Starovoyt, che ha parlato anche di "feriti".

Foto: it.depositphotos.com

ARTICOLI CORRELATI

Ucraina, a Kiev primo processo per crimini di guerra mentre la Duma pensa di processare i neonazisti

Mosca avverte sull'entrata di Finlandia e Svezia nella NATO, ''ci saranno conseguenze''

Ucraina, dove le armi internazionali finiscono sul mercato nero

Ucraina: il Pentagono chiama Mosca per la prima volta da febbraio, ''subito il cessate il fuoco''

Zelensky pronto a trattare con Mosca, ma gli USA ritengono che la guerra sarà ancora lunga

Ucraina, operazione russa nel Donbass mira ad ottenere Donetsk, Luhansk e Kherso

Guerra Ucraina: i russi avanzano verso sud e puntano colpire le forniture d'armi dell'occidente

Guerra Ucraina: la Bielorussia schiera truppe al confine mentre continua l'avanzata russa

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy