Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Intanto i russi avviano una nuova operazione nella zona orientale dell'Ucraina verso Donetsk

Il viceministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov (in foto) ha dichiarato oggi che l'eventuale ingresso di Finlandia e Svezia nella Nato rappresenta un errore che avrebbe "notevoli conseguenze" e vedrebbe la situazione mondiale cambiare radicalmente. Ryabkov ha spiegato che i due paesi interessati non dovrebbero farsi illusioni sulle reazioni della Russia e che Mosca non accetterà passivamente la loro decisione, secondo quanto riferisce l'agenzia Interfax. "Questo è un altro grave errore con conseguenze di vasta portata... questo è il livello di coloro che oggi prendono decisioni politiche nei rispettivi paesi", ha affermato il vice ministro russo. "Loro non dovrebbero farsi illusioni sul fatto che ci limiteremo a sopportare questo... Ciò significa che il livello generale di tensione militare aumenterà e ci sarà meno prevedibilità in quest'area. È un peccato che il buon senso venga sacrificato", ha aggiunto Ryabkov.

La situazione sul campo in Ucraina
Intanto in mattinata si sono sentite delle esplosioni a Mykolaiv. Lo riporta Ukrinform citando il sindaco Alexander Senkevich. "Si sentono esplosioni a Mykolaiv", scrive il sindaco su Telegram, invitando i cittadini a restare nei rifugi. Alle 5.19 era suonato in città l'allarme aereo.
Le forze ucraine hanno fatto saltare in aria alcuni ponti ferroviari tra le città di Rubizhne e Sievierodonetsk nella regione di Lugansk (est) catturate dai russi: lo riporta l'agenzia Ukrinform. Secondo il capo dell'amministrazione militare regionale di Lugansk, Serhii Gaidai, Kiev controlla adesso il 10% del territorio della regione.
Dalle sei di questa mattina l'esercito russo ha lanciato una nuova operazione offensiva nella zona orientale dell'Ucraina concentrandosi sulla direzione di Donetsk e intanto sta concentrando reggimenti nell'area della città di Izium. Lo scrive lo Stato maggiore di Kiev secondo quanto riportano i media ucraini. Nella direzione di Slobozhansky le truppe di Mosca cercano di bloccare la controffensiva delle unità ucraine. Le Forze armate di Kiev, secondo il rapporto, hanno colpito i russi nella zona di Chornobaivka nella regione meridionale di Kherson, mentre alcune unità delle forze armate bielorusse (fino a sette battaglioni) continuano a coprire il confine ucraino-bielorusso. In direzione Nord, i russi hanno rafforzato il controllo sul confine ucraino-russo nelle regioni di Bryansk e Kursk.
Le truppe russe stanno lanciando attacchi missilistici sulla regione di Odessa, con attacchi anche contro un ponte sull'estuario del Dnestr. Lo riferisce l'Ukrainska Pravda citando i media locali, precisando che nell'attacco, che ha danneggiato un centro ricreativo, sono rimasti feriti due adulti feriti e un bambino piccolo, che è grave. Le autorità di Odessa hanno informato che a seguito di un attacco missilistico sulla regione di Odessa da parte di aerei dell'aviazione strategica sono state danneggiate infrastrutture turistiche, edifici sono stati distrutti ed è scoppiato un incendio. "Il nemico continua ad attaccare il ponte danneggiato e non funzionante sull'estuario del Dnestr", afferma il consiglio comunale, aggiungendo che sono stati colpiti anche i civili: “Due adulti sono rimasti feriti e un bambino piccolo è stato gravemente ferito".
Le truppe di Kiev che difendono la città orientale di Kharkiv hanno raggiunto il confine con la Russia, ha reso noto il governatore Oleh Sinegubov su Telegram citato dalla Bbc. L'emittente sottolinea che non è ancora possibile verificare le informazioni del governatore, quante truppe abbiano raggiunto il confine russo e dove. Il ministero della Difesa ucraino intanto ha pubblicato un video che mostra un certo numero di soldati di una brigata di difesa territoriale in un luogo imprecisato della frontiera. Uno dei soldati dice: "Siamo arrivati, siamo qui". L'esercito ucraino sta allontanando da giorni le forze russe da Kharkiv.

Foto © Balk/ MSC

ARTICOLI CORRELATI

Ucraina, dove le armi internazionali finiscono sul mercato nero

Ucraina: il Pentagono chiama Mosca per la prima volta da febbraio, ''subito il cessate il fuoco''

Zelensky pronto a trattare con Mosca, ma gli USA ritengono che la guerra sarà ancora lunga

Ucraina, operazione russa nel Donbass mira ad ottenere Donetsk, Luhansk e Kherso

Guerra Ucraina: i russi avanzano verso sud e puntano colpire le forniture d'armi dell'occidente

Guerra Ucraina: la Bielorussia schiera truppe al confine mentre continua l'avanzata russa

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy