Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Riguarderebbero Mirian Kocner e Alena Zsuzsova

La magistratura inquirente slovacca annuncia di avere altre prove riguardanti il caso dell'omicidio del giornalista Jan Kuciak e della fidanzata Martina Kusnirova. Lo rende noto il quotidiano "Sme". Le prove riguardano Marian Kocner e Alena Zsuzsova - che l'anno scorso sono stati assolti nel processo per il duplice omicidio - e dimostrerebbero tra le altre cose i contatti avvenuti tra Kocner e Zsuzsova subito dopo il delitto e analisi di dove si trovassero e come si muovessero le vittime. Esse indicherebbero che le deposizioni fornite dai due durante il processo sono menzognere. La procura si concentra sul fatto che il giorno dopo l'omicidio hanno visitato più spesso del solito i portali di informazione su internet. Inoltre, Zsuzsova è solita recare con sé un dispositivo per monitorare il battito cardiaco, collegato al telefono. I dati ricavati dall'apparecchio mostrano che la mattina dopo il duplice omicidio il polso di Zsuzsova segnava 161 battiti al minuto, valori che non aveva mai osservato prima.
Secondo quanto riferisce "Sme", le prove non sono nuove e la procura avrebbe dovuto presentarle prima dell'annuncio della sentenza. Tuttavia, la procuratrice a capo dell'inchiesta aveva deciso altrimenti. Kuciak e Kusnirova sono stati assassinati il 21 febbraio 2018. Kocner è stato accusato di essere il mandante dell'omicidio, mentre Zsuzsova di aver mediato nella ricerca degli esecutori materiali. Entrambi sono stati assolti per insufficienza di prove ma si trovano reclusi in carcere per altri reati. A essere condannati per il duplice omicidio sono stati invece l'esecutore materiale, il suo autista e un intermediario responsabile di aver raccolto informazioni sulle vittime. La sentenza di assoluzione di Kocner e Zsuzsova è stata impugnata presso la Corte suprema.

Foto tratta da: theguardian.com

ARTICOLI CORRELATI

Caso Kuciak: arrestati alti vertici della polizia slovacca

Omicidio Kuciak, bene condanna esecutore ma lascia suo assassino e della fidanzata ancora senza giustizia e verità

Caso Kuciak, sentenza shock: assolto presunto mandante Marian Kocner

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy