Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"Non ho dimenticato Julian Assange. La sua detenzione è un oltraggio mostruoso". A dirlo in un video pubblicato sui social è Roger Waters, frontman della band Pink Floyd parlando del giornalista e programmatore Julian Assange in attesa della sentenza di estradizione negli Stati Uniti prevista per domani.
"Dall'estate del 1789 a Parigi siamo risoluti nel rigettare il diritto divino dei re", ha aggiunto. "Oggi resistiamo contro l'immenso ricco e moralmente corrotto impero degli Stati Uniti d'America e i suoi accoliti di Whitehall. Noi restiamo fuori queste camere stringendo le nostre penne al petto. Affrontiamo questo dilemma. La penna è più potente della spada e quindi il nostro amico Julian Assange sarà libero. Se non oggi, domani e vivremo per amare e combattere un altro giorno", ha concluso il musicista.

Foto © Imagoeconomica



ARTICOLI CORRELATI

Our Voice, Sonia Bongiovanni: ''Assange è un pericolo per il potere occulto''

#aChair4Assange, il racconto di un'impresa impossibile

#aChair4Assange

Hrafnsson su Assange: ''Se estradato sarà la morte della libertà di stampa''

John Shipton: ''Usa vogliono spezzare Julian Assange per vendetta''

Assange, in arrivo verdetto finale

Video

  • All
  • Agende Rosse
  • Angela Manca
  • Cosa Nostra
  • Gaspare Mutolo
  • Luana Ilardo
  • Luisa Impastato
  • Peppino Impastato
  • Red Ronnie
  • Video
  • Vincenzo Muccioli

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy