Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
Il Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, con una richiesta scritta al Consiglio Superiore della Magistratura ha proposto che il magistrato Roberto Tartaglia, pm del processo trattativa Stato-Mafia, insieme a Nino Di Matteo, Vittorio Teresi e Francesco Del Bene, e oggi consulente della Commissione Parlamentare Antimafia su scelta del presidente Nicola Morra, sia nominato vicecapo del dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria. La notizia è stata resa nota da un comunicato del ministero della Giustizia. Il magistrato, 38 anni, di origine partenopea, negli ultimi dieci anni è stato sostituto procuratore della Repubblica a Palermo, dove ha anche fatto parte della direzione distrettuale Antimafia. Nel corso della carriera ha seguito indagini e processi legati agli assetti mafiosi più attuali occupandosi di alcuni dei mandamenti più importanti del capoluogo siciliano. Nella sua carriera, in particolare, è stato delegato alla gestione di numerosi detenuti sottoposti al regime del 41 bis, fra questi: Salvatore Riina, Leoluca Bagarella, i fratelli Giuseppe e Filippo Graviano; Antonio, Giuseppe e Salvatore Madonia; e Salvatore Lo Piccolo.
Il processo più importante, in cui ha rappresentato l’accusa insieme ai pm Nino Di Matteo, Vittorio Teresi e Francesco Del Bene, è stato quello sulla Trattativa Stato-Mafia che, portò, il 20 aprile 2018, alla condanna in primo grado di pezzi delle istituzioni, ufficiali dell'Arma dei carabinieri, un ex senatore ed i boss di Cosa nostra. In seguito è approdato alla Commissione parlamentare antimafia dove, da consulente, si è occupato di lavori di inchiesta e della "discovery" seguente alla delibera di declassificazione che ha consentito la conoscenza di atti che erano coperti da segreto, come le audizioni di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Sempre in questo ambito, il magistrato ha partecipato a incontri internazionali per illustrare all'estero la disciplina italiana in materia di criminalità organizzata, reati contro la pubblica amministrazione e contrasto patrimoniale ai fenomeni illeciti. Prima di diventare magistrato è stato avvocato e dottore di ricerca alla Seconda Università degli studi di Napoli.
Il suo nome era finito già lo scorso autunno tra le candidature possibili che avrebbero potuto prendere il posto dell'ex pm Raffaele Cantone, come presidente dell'ANAC (Autorità Nazonale Anticorruzione). ''L'indicazione del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede del magistrato Roberto Tartaglia quale vice capo del Dap è un chiaro e determinato segnale di cambio di passo", ha commentato la notizia Nicola Morra, presidente della Commissione parlamentare Antimafia secondo il quale il nome di Tartaglia è legato "all'antimafia dei fatti". "Tartaglia ha fronteggiato, insieme a Nino Di Matteo, Vittorio Teresi e Francesco Del Bene il fondamentale processo trattativa Stato-Mafia, ma anche la gestione di detenuti come Riina, Bagarella, i fratelli Graviano - ha concluso - In commissione antimafia, insieme agli altri magistrati consulenti Manzini, Merola e Sammartino ha lavorato alla desecretazione degli atti su Falcone e Borsellino. Sono soddisfatto di questa nomina perché diamo un chiaro segnale a chi crede che i mafiosi possano tornare a casa. Un augurio sincero di buon lavoro al magistrato Tartaglia''.

Foto © Paolo Bassani

ARTICOLI CORRELATI


Dal carcere ai domiciliari: la speranza dei boss stragisti di fronte al silenzio di Governo

Tartaglia: ''Tempesta perfetta, la crisi è terreno fertile per le mafie''

#Scarcerazioni: una (ennesima) vergogna per un paese ''civile''

Scarcerazioni boss, Bonafede: ''In accordo con Antimafia, norme in un prossimo decreto''

Leghe meridionali e Sicilia libera, quell'idea di trasformare la Mafia in Stato
di Giorgio Bongiovanni - Video-intervista

Video

  • All
  • 'Ndrangheta
  • Antonio Ingroia
  • Camorra
  • Clan Pesce
  • Cosa Nostra
  • Gioco D'azzardo
  • Pietro Riggio
  • Salvatore Borsellino
  • Video

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

...

MI PRENDO IL MONDO OVUNQUE SIA

MI PRENDO IL MONDO OVUNQUE SIA

by Letizia Battaglia, Sabrina Pisu

...


MAGISTROPOLI

MAGISTROPOLI

by Antonio Massari

...

IL LIBRO NERO DEL VATICANO

IL LIBRO NERO DEL VATICANO

by Gianluigi Nuzzi

...


OSSIGENO ILLEGALE

OSSIGENO ILLEGALE

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

...


LA STRAGE CONTINUA

LA STRAGE CONTINUA

by Raffaella Fanelli

...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

...


ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy