Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La Lituania ha annunciato che costruirà un muro alla frontiera con la Bielorussia, per fermare il flusso di migranti dall'Africa e dal Medio Oriente che arrivano attraverso l'ex repubblica sovietica. Finora, quest'anno, le guardie di frontiera lituane hanno fermato oltre 1.500 migranti arrivati dalla Bielorussia, contro gli 81 di tutto l'anno scorso.
Le autorità di Vilnius hanno iniziato a mettere il filo spinato al confine per scoraggiare l'arrivo dei richiedenti asilo. "Una recinzione di filo di ferro è il primo passo", ha spiegato il ministro dell'Interno Agne Bilotaite, "in un secondo momento procederemo con la costruzione di una barriera fisica". Il piano è un muro di 550 chilometri. Le tensioni tra Minsk e Vilnius sono cresciute l'anno scorso dopo che la Lituania ha ospitato diversi esponenti dell'opposizione bielorussa, dopo la contestata rielezione del presidente Aleksandr Lukashenko. Il governo lituano, nei giorni scorsi, ha dichiarato lo stato d'emergenza dopo l'arrivo di 150 richiedenti asilo in un solo giorno. "Le autorità bielorusse strumentalizzano la migrazione irregolare per fare pressione sull'Ue e sulla Lituania", ha denunciato il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy