Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di Gaetano Colonna
Alla luce dei recenti attacchi compiuti da droni contro impianti sauditi, ulteriore gravissimo elemento nell’escalation politico-militare in Medio Oriente, proprio quando si stava riaprendo il dialogo fra Usa e Iran, consigliamo la lettura dell’infografica realizzata dal sito online Aljazeera.

Quattro anni di bombardamenti
Il giornale sintetizza i risultati dell’intervento saudita, sostenuto dagli occidentali nello Yemen, a partire dal 26 marzo 2015, con il quale si intendeva schiacciare in poche settimane l’alleanza dei ribelli Houti con le forze dell’esercito fedeli all’ex-presidente Ali Abdullah Saleh.
Si tratta di oltre 19.000 incursioni aree in quattro anni, che avrebbero provocato 60.000 morti, senza riuscire nemmeno a riconquistare la capitale Sanaa e le maggiori città del Paese.
Basandosi sui dati forniti dallo Yemen Data Project, quasi due terzi dei raid aerei avrebbero colpito obiettivi non militari, tra i quali aeroporti, ponti e strade, fattorie, scuole, impianti petroliferi e del gas, fabbriche, aziende private.
Negli scorsi mesi tra giugno e settembre, la coalizione ha concentrato la sua offensiva sulla città portuale di Hodeidah, dove le vittime hanno subito un incremento del 164%.

Popolazione civile alla fame
Secondo le Nazioni Unite, circa 20 milioni di yemeniti, vale a dire quasi due terzi della popolazione, sono a rischio di non potersi procurare il cibo quotidianamente, migliaia di persone muoiono di fame e di malattia, ed una media di otto civili al giorno perdono la vita per effetto dell’offensiva in corso.
Anche in questo caso, i liberatori e pacificatori alleati dell’Occidente compiono il loro lavoro con grande efficienza.

Tratto da: clarissa.it

Foto © A. Mojalli-VOA

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy