Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

L’ex magistrato lancia la serie su YouTube: "L’altra Storia d’Italia"

Ho ottenuto delle prove concrete che dimostrano l’esattezza di un’intuizione che ho avvertito da sempre. E cioè che dietro tutto ciò che muove determinati fatti sociali e in particolare criminali, vi sia una regia esterna che li guida, che li conduce, che interviene nei momenti decisivi”.
È questa “L’altra storia d’Italia” che l’ex magistrato Carlo Palermo intende raccontare sul suo canale YouTube spinto dalla necessità di spiegare lo svolgimento degli eventi odierni.
Secondo l’ex magistrato questa ‘altra storia’ inizia nel 1980 “un anno nel qualche avvennero numerosi episodi cruciali della nostra storia: come la strage di Bologna, la strage di Ustica ma anche l’uccisione di due giornalisti in libano Italo Toni e Graziella De Palo”. Lo stesso anno ha aggiunto l’ex magistrato, ha avuto inizio “un conto alla rovescia per poi evolversi nei quarant’anni successivi e trovare il suo ultimo sviluppo nei fatti odierni” e che “contiene degli elementi particolari che riportano l’esistenza di questo altro soggetto, invisibile all’epoca, ma che per me è diventato visibile".
Si tratta - ha aggiunto - di un’altra storia perché l’impressione che io ho sempre avuto è che accanto ai tradizionali soggetti che via via sono comparsi negli episodi criminali che sono stati da me esaminati ho sempre avuto il sentore dell’esistenza di soggetti rimasti nell’ombra, che all’inizio non sono riuscito ad individuare in qualche modo” ha detto il magistrato riferendosi ai cosiddetti ‘Cavalieri senza volto’, uomini rimasti da sempre nell’ombra la cui matrice d’origine è stata individuata dallo stesso Carlo Palermo: da una parte nei servizi segreti e da un’altra nella massoneria”.
Ed è proprio la presenza di questo altro soggetto che permette di svelare un’altra storia d’Italia” ha continuato dicendo che ad “oggi esiste un riscontro rispetto a tutto questo passato”.

ARTICOLI CORRELATI

Carlo Palermo: i codici e le sotto-trame massoniche nella storia d’Italia - Seconda parte

Carlo Palermo: ''Sono un sopravvissuto alla rivelazione di alcuni segreti di Stato''
di Giorgio Bongiovanni

Carlo Palermo racconta ''il governo criminale planetario'' - Prima parte

''Mafie eterodirette'', Carlo Palermo spiega 'Il doppio livello' - Seconda parte

Carlo Palermo: il lato occulto della Storia - Terza parte

L’ex magistrato presenta i suoi ultimi lavori: “Cerco di lasciare una traccia di quelle che sono le mie riflessioni”

Carlo Palermo: ''Dalla P2 ai Rosacroce, c'è una loggia massonica che opera per il Governo Mondiale''

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy