Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

“Da anni cerco di riprendermi da quando essendo stato vittima di usura ho perso tutto e tutti. Niente da fare, è proprio vero, chi ha avuto il coraggio di denunciare non solo viene lasciato da solo, ma vive poi nella disperazione più totale. Ora, dopo che da mesi non riesco a pagare nemmeno il magazzino, devo lasciarlo al proprietario che vuole o i soldi o il locale. Devo buttare via tutte le attrezzature? Voi che leggete, se leggete,  potete per favore aiutarmi? Sono ormai finito. Vi prego”. E' questo il grido di aiuto di Bennardo Mario Raimondi, ceramista e presepista con oltre 40 anni di esperienza alle spalle vittima di usura, che in questi anni ha attraversato notevoli difficoltà ed oggi si trova a chiedere nuovamente una mano ai concittadini dato l'aggravarsi delle proprie condizioni di vita, per sé e la sua famiglia.
L’artigiano dimenticato da tutti, soprattutto da quello Stato, esorta i propri cittadini a denunciare,  in questo messaggio ha aggiunto che “nemmeno posso fare seppellire mio padre perché il comune vuole 800 euro. Mio padre da 15 mesi si trova al deposito del cimitero dei Rotoli a Palermo insieme ad altre 900 bare. E’ una vergogna. Il cimiero in questi giorni è stato assaltato dai cinghiali, assurdo”.
Il grande talento di Raimondi si riflette nelle espressioni dei personaggi che dalle sue mani prendono forma, e poi ancora nei presepi, nelle collezioni di piatti, nelle tegole decorate, negli orologi, e nelle madonne dallo sguardo acceso.
Far conoscere la sua arte, acquistare i suoi prodotti, o aiutarlo tramite una donazione rappresentano un modo efficace per poter aiutare Raimondi e la sua famiglia oltre che a dare sostegno a chi si è opposto a quel male secolare che è la mafia ma ritrovandosi senza più nessuno.

Raimondi Bennardo Mario: tel. 3391327950

Infobennardomarioraimondi.weebly.com

La pagina facebook.com/bennardo.raimondi

Foto © Emanuele Di Stefano

ARTICOLI CORRELATI

Appello di Bennardo Raimondi: ''Le istituzioni non dimentichino chi ha denuncia'' 

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy