Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

telejato redazione retroL’emittente di Partinico: “Non si può andare avanti. Meglio vendere"
di AMDuemila
Chiude Telejato, l’emittente televisiva di Partinico: "Non siamo più nella condizione di continuare, troppe pressioni. L'emittente è in vendita. Abbiamo voluto quindi lanciare questa notizia per trovare un acquirente. Poi il nuovo proprietario farà come vuole” è stata la dichiarazione del direttore Pino Maniaci (indagato per estorsione non aggravata) che ha annunciato la vendita dell'emittente. “Così non si può andare avanti. Meglio vendere tutto, meglio chiudere” si legge sul sito di Telejato.
"Continuano a piovere querele” ha spiegato l’emittente, "il tutto nell’ambito di un impressionante attacco all’antimafia, nel tentativo di cancellarne l’esistenza. Ci querelano persino i mafiosi, anzi i presunti mafiosi, i quali, pur essendo stato loro confiscato il patrimonio per mafia, ci accusano di diffamazione perché non esiste una sentenza che li dichiari mafiosi".
"Così - si legge ancora - piovono avvisi e denunce sul responsabile della testata, sul suo direttore, sui suoi redattori. Tutto questo significa andare a cercarsi i legali, andare a sottoporsi agli interrogatori della polizia giudiziaria postale, perdere tempo e salire le scale dei tribunali". “Così andando avanti chiudiamo noi. - è scritto - Abbiamo creduto che qualcosa potesse cambiare attraverso questa voce libera. Ma invece non cambia”.
La piccola emittente televisiva è sotto la guida della famiglia Maniaci dal 1999, e copre un bacino d’utenza - Alcamo, Castellammare del Golfo, San Giuseppe Jato, Corleone, Cinisi, Montelepre - storicamente connotato da un’alta densità mafiosa. Tra i temi trattati, la gestione amministrativa, la questione ambientale, l’economia, il degrado del clima politico, le speculazioni sul territorio.

ARTICOLI CORRELATI

Maniaci torna a Telejato: ''Chiarisco tutto e denuncio''

Divieto di soggiorno per il direttore di Telejato, Pino Maniaci

Maniaci e l'accusa di estorsione, ecco le intercettazioni - Video

Salvatore Borsellino: "Maniaci indagato, sono profondamente scosso"

I pennacchi di Pino
di Claudio Fava

Estorsioni: Ingroia, Maniaci già crocifisso da media

Ingroia: ''Maniaci non ha mai ammorbidito la linea, può spiegare tutto''

Pino fai un passo indietro. TeleJato non deve finire così
di Pietro Orsatti

Mafia: Teresi, non ci serve antimafia alla Maniaci

Mafia: Pm Caltanissetta, indagini Saguto non nate da Maniaci

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy