Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

''Largo Tina Anselmi, questa la targa toponomastica che inaugureremoil prossimo martedì 19dicembre a partire dalle ore 12 nel Parco Virgiliano. Sarà il Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri a scoprire la targa, alla presenza della Presidente del secondo Municipio, Francesca Del Bello e della biografa di Tina Anselmi, Anna Vinci". Lo comunica la consigliera capitolina Antonella Melito, promotrice della proposta di dedicare una targa a Tina Anselmi.
"L'appuntamento è all'ingresso del Parco Virgiliano, in Via Panaro all'incrocio con via Nemorense. Sono davvero orgogliosa di questo risultato che porta a compimento l'impegno della mozione approvata in Aula Giulio Cesare un anno fa con cui, come amministrazione, abbiamo voluto ricordare il grande valore che Tina Anselmi ha rappresentato per la nostra società, nella storia eancoraoggi,come esempio di determinazione, coraggio e consapevolezza. Ringrazio l'Assessore Gotor per il lavoro svolto in qualità di presidente della Commissione Consultiva toponomastica che, insieme agli uffici, ci ha permesso di raggiungere questo importante traguardo. Non potevano individuare luogo più adatto - prosegue la Consigliera dem - dove già è presente un largo dedicato alla memoria delle donne della Costituente e dove ora sarà ricordato anche il nome di una grande partigiana, primo ministro donna della Repubblica Italiana, Tina Anselmi. Un simbolo di resistenza e democrazia. Una donna che ha scelto coraggiosamente di lottare per la patria e che lo ha fatto con consapevolezza, dopo aver assistito con i propri occhi all'impiccagione di giovani partigiani. Un'immagine che ha segnato la sua vita e che l'ha portata ad essere protagonista di grandi avvenimenti e storie del nostro Paese: dalla riforma della sanità alla legge sull'interruzione di gravidanza; dal rapimento e l'uccisione di Aldo Moro alle indagini e le conclusioni della Commissione di inchiesta, che presiedette, sulla Loggia P2 di Licio Gelli. La storia di una donna protagonista che ha aperto la strada alla parità dei diritti, alla libertà delle donne ed ha lottato tutta la vita contro i pregiudizi attraverso i suoi valori democratici, all'impegno politico e sociale".
"Leggere il suo nome passeggiando per le vie del Parco
- conclude la Consigliera Melito - dovrà essere un'occasione per ricordare non solo Tina Anselmi ma anche le sue parole, maicome oggimoltoattuali:Quando le donne si sono impegnate nelle battaglie, le vittorie sono state vittorie per tutta la società. La politica che vede le donne in prima linea è politica d'inclusione, di rispetto delle diversità, di pace".

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Anna Vinci racconta Tina Anselmi, una forza al femminile

P2 non sconfitta: la verità raccontata nei diari segreti di Tina Anselmi


Il coraggio di Tina Anselmi nelle parole della nipote Emanuela Guizzon

Un film, un viale. Così celebriamo Tina Anselmi, partigiana della democrazia

TAGS:

Ti potrebbe interessare...

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos