Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La ‘Ndrangheta esercita il controllo del territorio, esprime il proprio potere, attraverso l’imposizione del pizzo. Sì sa anche che non è sempre questa la principale e più importante voce di introiti per la ‘Ndrangheta. Non sono i soldi che mancano: attraverso la pressione del racket più che fare cassa la ‘Ndrangheta controlla capillarmente tutti. Il suo sistema fiscale non ammette evasori! Per questo le intimidazioni diventano sempre più violente: mollare significherebbe perdere potere, un’eventualità non contemplata nel sistema criminale mafioso. Non rispettano nessuno, non ci sono vie alternative.

Chi nega questo sistema, affermando l’esistenza di “zone franche”, non è credibile! Com’è possibile che ci siano ancora imprenditori che affermano di non avere mai subito minacce e di poter lavorare liberamente? Negano l’evidenza o hanno già saldato il conto, magari con altra merce di scambio?

Non è nascondendo la testa sotto la sabbia che si affronta la criminalità organizzata, non è negando di essere caduti nella loro rete che si elimina il problema.

Più verità, più coerenza, più autenticità da parte di tutti è ciò che potrebbe rendere maggiormente efficace la lotta alla mafia.

ARTICOLI CORRELATI

Pino Masciari: ''Condizioni inaccettabili per testimoni di giustizia. Siamo esiliati''

Piemonte: l'autonomia differenziata della 'Ndrangheta

Pino Masciari: bisogna rompere il muro dell'omertà
   

TAGS:

Ti potrebbe interessare...

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos