Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il 15 luglio i giudici della Cassazione potrebbero far ripartire di fatto il processo per l'omicidio di Giulio Regeni. La Suprema corte ha fissato per questa data, davanti alla I sezione, l'udienza di discussione del ricorso della Procura di Roma contro la decisione dell'11 aprile scorso del giudice dell'udienza preliminare, con il quale è stato sospeso il processo a carico di quattro 007 egiziani accusati di avere sequestrato, torturato ed ucciso nel 2016 al Cairo il giovane ricercatore universitario di origine friulana. Secondo quanto si è appreso - in particolare - nel ricorso il procuratore aggiunto Sergio Colaiocco chiede di conseguenza d'annullare anche il provvedimento del gup che riprendeva quanto stabilito dalla corte d'assise, nell'ottobre scorso, secondo cui il processo non poteva partire perché non c'era la certezza della notifica.

Foto: it.depositphotos.com

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy