Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di Claudio Rojas
Signori deputati.
In questo momento storico che si trova a vivere il nostro Paese a causa della crisi non solo di governo, ma anche di tutte le sue istituzioni, voi potete fare la differenza rappresentando il popolo come si suppone dovreste fare.
Il governo che conta su un 9% di sostegno pretende di istituzionalizzare una dittatura feroce, e lo fa perché dietro di lui c'è il Comando Meridionale degli U.S.A.. Se così non fosse, infatti, il governo sarebbe crollato su sé stesso già da un pezzo.
Quello che stanno facendo le FFAA, i Carabinieros Del Cile ha tutto l'aspetto di pratiche di addestramento di "Guerra Interna o Guerriglia Urbana" che gli americani insegnano loro nel Forte Aguayo (5ª regione), reggimento dove le bandiere del Cile e degli USA sventolano assieme.
L'origine del "Centro" risale all'Accordo di Cooperazione firmato il 2 settembre 2011 dal Sottosegretario alla Difesa del Cile, Óscar Izurieta, ed il Capo del Comando Meridionale Generale, Douglas Fraser. Da ricordare che questo Comando ha il compito di "controllare la stabilità politica del Sudamerica per mezzo dell'installazione di basi strategiche nei paesi del sud e l'addestramento dei suoi militari nell'ex Escuela de las Américas", centro di addestramento militare tristemente noto, ancora in funzione a Fort Benning Georgia, USA. Nel 2008, quando Argentina, Venezuela ed Uruguay avevano già cessato l'invio di militari alla suddetta Scuola, il Cile inviò 195 membri delle sue Forze armate.
Per meglio comprendere il contesto di riferimento nel quale il Comando Sur afferma di proteggere gli interessi del governo degli USA nella sua "area di responsabilità", dal Messico fino al sud, sviluppando a tale fine programmi e politiche atte a militarizzare il Continente con il pretesto di combattere il narcotraffico ed il terrorismo, è indispensabile innanzitutto conoscere il contenuto del cosiddetto SIAD (Sistema Interamericano di Difesa).
Ricordiamo che l'ultima attività destabilizzante nota del Comando Meridionale fu il colpo di Stato contro il governo di Manuel Zelaya in Honduras nel 2009. Operazione riconosciuta dal Capo del Comando Meridionale Douglas Fraser.
L'Accordo firmato tra il Ministero di Difesa cileno ed il Comando Meridionale consente l'intervento di militari addestrati nella Escuela de las Américas in operazioni interne in un piano di emergenza come, ad esempio, dopo un terremoto, o una rivolta sociale.
Il progetto di installazione della nuova base ebbe inizio quando il Ministro degli Esteri del Cile, Alfredo Bruno, accompagnò il Presidente Sebastián Piñera al Vertice sulla Sicurezza Nucleare che tenutosi a Washington. Lì fu firmata una Lettera di intenti in tema di cooperazione tra il Governo del Cile e l'Agenzia Federale per la Gestione delle Emergenze degli Stati Uniti (FEMA).
La nuova installazione che simula scenari di "guerriglia urbana" è un'ulteriore espansione dell'occupazione statunitense in America latina, diretta dal Dipartimento di Stato e coordinata dal Comando Meridionale delle Forze armate degli Stati Uniti.
La cooperazione tra Stati Uniti e Cile è apparsa evidente anche a marzo di questo anno, quando il Comandante in Capo dell'Esercito, Juan Miguel Fuente-Alba, disse che le Forze armate devono assumere "nuove responsabilità" in situazioni di catastrofe o di fronte alle “nuove minacce”.
Tutto sta a indicare che in Cile, in caso di una "emergenza nazionale", un'occupazione militare statunitense potrebbe essere dietro l’angolo.
Voi potete portavoce del popolo ed uscire da questa crisi più forti di prima.

ARTICOLI CORRELATI

#RenunciaPiñera

TAGS: ,

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy