Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Due gruppi criminali, uno formato ad Afragola e l'altro ad Acerra in provincia di Napoli, hanno ideato e organizzato in accordo tra loro l'omicidio di Pasquale Tortora, elemento di spicco dell'omonimo clan camorristico, ucciso il 20 maggio 2020. E' quanto ricostruito dalle indagini svolte dai Carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna e coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, culminate oggi nell'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli nei confronti di 6 persone, indagate a vario titolo dei reati di concorso in omicidio, detenzione illegale di armi e ricettazione, aggravati dal metodo e dalle finalità mafiose. Secondo quanto ricostruito dalle indagini, il gruppo attivo ad Acerra, guidato dal 47enne Bruno Avventurato, aveva fornito il supporto logistico ai sicari, mentre Cosimo Nicolì, 45enne considerato al vertice del gruppo di Afragola, aveva reperito i due killer, già arrestati dai Carabinieri. Individuato il duplice movente dell'omicidio: vendicare l'uccisione di Giuseppe Avventurato, fratello di Bruno e già capo dell'omonimo gruppo, di cui si riteneva responsabile Tortora, e suggellare un patto tra i due gruppi camorristici finalizzato ad assicurarsi il controllo congiunto dei traffici illeciti nel territorio di Acerra. Tra i coinvolti nell'indagine figura anche Pasquale Di Balsamo, ucciso lo scorso 29 aprile in una sparatoria avvenuta ad Acerra con un 21enne, anch'egli deceduto in conseguenza del conflitto a fuoco. Le indagini hanno permesso di dimostrare che Di Balsamo si era prodigato in prima persona per fornire "l'appoggio" ai killer di Pasquale Tortora.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy