Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.
Categoria: Cultura
Editore: Edizioni di Latta
Pagine: 367
Prezzo: € 15.00
ISBN: 978-88-95466-17-0
Anno: 2008

Visite: 2217

Recensione

Dodici giorni, poco meno di due settimane, questa la durata della cronaca. Corioni, Sud Italia, il teatro delle vicende. Sergio Corsi, il protagonista.
Ecco la scheda, il file di questo manoscritto in due sole righe; poco per capire cosa si celi all’interno delle trecento avvincenti pagine, ma abbastanza per chi ha terminato la lettura: sono tre elementi distintivi, unici e sintetici per identificare quest’avventura.
Primi di novembre; un’efferata esecuzione viene portata a termine nel volgere di pochi e concitati minuti, vittima il capo indiscusso del clan Tabacco, esecutori i fratelli Nico e Giuseppe Geraci. Due nuove vittime si aggiungono alle numerose che hanno contrassegnato la sanguinosa, decennale guerra fra i due clan.
Gli inquirenti, con tutta la “catena” di comando, i giudici ed i potenti nelle stanze dei ministeri devono dare un segnale forte e duraturo. Soprattutto non possono permettere che accadano ulteriori azioni di questa portata senza ottenere dei risultati nell’opera di contrasto.
Dove, quando, manca solo il “chi”: Sergio Corsi, appunto, comandante dei N.O.C.S.  (Nucleo Operativo Centrale di Sicurezza ) della Polizia Italiana.
Il NOCS, gruppo speciale della Polizia di Stato addestrato per portare a termine operazioni ad alto rischio - come la liberazione di ostaggi, le irruzioni per la cattura di criminali e terroristi - è dotato di equipaggiamenti speciali ed è un vero e proprio team di pronto intervento in grado di intervenire, con supporto di mezzi terrestri, aerei e navali, su tutto il territorio nazionale.
La storia narrata dalla mano veloce ed esperta di Vittorio Paganini mette in risalto le doti di leader del comandante Corsi, ponendo l’accento sulla professionalità di quest’uomo, senza peraltro metterne in secondo piano le caratteristiche umane, che vengono a galla nella storia d’amore con l’affascinante Michelle, e nei rapporti con i membri del team.
L’autore dosa sapientemente tutti gli ingredienti con un equilibrio che si volge tutto a favore del lettore.
L’ambiente malavitoso, impregnato di omertà, offre una chiara visione del background con il quale gli investigatori hanno a che fare. Questo propone nel contempo una panoramica più che esaustiva sulle difficoltà di chi si trova ad operare quotidianamente, con impegno ed onestà, in questa dimensione di lotta contro il crimine - non vengono risparmiati fra l’altro netti riferimenti alle difficoltà economico organizzative legate alla carenza di fondi e mezzi del commissariato –.
Le logiche legate alla parte più squisitamente burocratica e normativa dell’inchiesta, che in più occasioni si rivelano quasi un freno allo svolgimento più operativo, sono  a tratti una seconda sfida da affrontare per i protagonisti.
Si arriva senza ombra di dubbio ad affezionarsi alla “normalità” di tutto il gruppo al comando del quale si trova Corsi. Uno staff di professionisti veramente preparati, sia fisicamente sia psicologicamente, ma che volutamente non lascia mai trasparire le forzate caratteristiche che siamo soliti avere nelle rappresentazioni cinematografiche che vedono in scena i “colleghi” negli action movies made in Usa. Infatti, non ci viene proposto un manipolo di Rambo con il coltello fra i denti che riesce a venir a capo della cattura con la potenza di fuoco e la sola superiorità numerica; anzi, nell’azione che porterà finalmente alla cattura di Nico Geraci e del fratello non un solo colpo d’arma da fuoco verrà esploso e la Dea bendata offrirà il suo aiuto al manipolo di uomini coinvolti nel raid, permettendo  loro di scoprire il nascondiglio del latitante.
Questi aspetti di normalità dei protagonisti - uomini appunto e non attori di Hollywood - unitamente allo svolgimento narrativo, regalano una piacevole sensazione di reale, di vero che diventa storia.
Una bilanciata serie di elementi racchiusi nella cronaca di dodici giorni si tramutano in alcune godibili ed appassionanti ore di lettura.

La commissione editoriale

Puoi acquistare Corioni accedendo al sito di Edizioni di Latta

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos