Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

L'esercito di Taiwan ha firmato un contratto del valore di 1,4 miliardi di dollari taiwanesi (50,48 milioni di dollari) con gli Stati Uniti per la manutenzione e la riparazione delle installazioni di terra per i suoi missili Patriot Pac-3, secondo quanto riferito oggi dal ministero della Difesa nazionale. L'accordo giunge in un momento in cui la Cina sta inviando aerei da guerra nella zona di identificazione della difesa aerea (Adiz) di Taiwan quasi quotidianamente da più di un anno. Secondo l'accordo firmato lo scorso 31 agosto tra la delegazione del dipartimento della Difesa Usa con l'American Institute in Taiwan (Ait), l'ambasciata statunitense de facto a Taipei, l'isola ha schierato 350 missili Patriot, con accordi tra i due Paesi che disciplinano non solo i sistemi missilistici ma anche aspetti separati come il supporto tecnico, la manutenzione e il trasporto negli Stati Uniti per le riparazioni. Il contratto rimarrà valido fino alla fine del 2025.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy