Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
Avrà inizio il prossimo 20 gennaio il processo per l'omicidio di Vincenzo Pirillo, avvenuto il 5 agosto 2007 a Cirò Marina. Il gup distrettuale di Catanzaro ha rinviato a giudizio i vertici della cosca Farao-Marincola di Cirò – Silvio Farao, 72 anni, Cataldo Marincola, 58 anni. Diversamente è stato ammesso il rito abbreviato per Giuseppe Farao, 73 anni, il capo clan ritenuto tra gli ideatori del delitto, e Giuseppe Spagnolo, 50 anni, braccio armato ed elemento di spicco della consorteria, che avrebbe commesso l'omicidio assieme ad altre persone rimaste ancora ignote. Per loro due il processo avrà inizio il prossimo 6 novembre.
Secondo le indagini, coordinate dai sostituti delle Dda di Catanzaro Domenico Guarascio e Paolo Sirleo, l’omicidio sarebbe stato deciso dai capi "per punire l'impropria gestione delle casse del clan, avendo il Pirillo anteposto i propri interessi al mantenimento delle famiglie dei detenuti".
Pirillo, ucciso da quattro colpi d’arma da fuoco, stava cenando con i propri familiari e teneva una bambina di 11 anni sulle sue ginocchia. La feroce pioggia di fuoco ha stroncato la vittima designata e, senza badare troppo alle conseguenze, ha ferito la bambina, trapassata da un proiettile all’altezza della scapola sinistra, e altri cinque avventori.

Foto © Imagoeconomica

Video

  • All
  • Antonio Ingroia
  • Centro Studi Pio La Torre
  • Nucleare
  • San Patrignano
  • Scorie Nucleari
  • Video

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy