Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Vogliamo ricordare Don Pino Puglisi, la cui morte fu ordinata e eseguita da quegli stessi uomini di "cosa nostra" che pochi mesi prima avevano massacrato i nostri parenti in via dei Georgofili a Firenze.
Don Pino Puglisi voleva incontrare il Procuratore Nazionale Antimafia in quel settembre del 1993 non fece in tempo, sono 22 anni che ci domandiamo se il Sacerdote simbolo della vera antimafia, avesse compreso cosa fosse successo da poco in Italia, visto che con lo spessore criminale dei Fratelli Graviano di Brancaccio, oggi all’ergastolo a 41 bis, doveva fare i conti ogni giorno mentre cercava di sottrarre al loro potere mafioso i giovani siciliani.

Giovanna Maggiani Chelli
Presidente
Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy