Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Qualsiasi minaccia di usare armi nucleari espone i civili a rischi immani e mette a repentaglio la sicurezza di ogni essere umano. La campagna Senzatomica, partner italiano di ICAN - International Campaign to abolish nuclear weapons - premio Nobel per la Pace 2017, sottolinea la pericolosità di un'escalation nucleare e condanna ogni tipo di apertura in questa direzione. Siamo di fronte a un fallimento della teoria della deterrenza, qualsiasi tipo di uso di armi nucleari avrebbe conseguenze catastrofiche e di vasta portata, soprattutto in regioni densamente popolate come l'Europa. Anche le cosiddette armi nucleari "tattiche" hanno in genere rese esplosive comprese tra i 10 e i 100 chilotoni. In confronto, la bomba atomica che distrusse Hiroshima nel 1945, uccidendo 140.000 persone, aveva una potenza di soli 15 chilotoni. Nel giugno 2022, gli Stati firmatari del Trattato sulla proibizione delle armi nucleari (TPNW) hanno condannato "in modo inequivocabile qualsiasi minaccia nucleare, sia essa esplicita o implicita e a prescindere dalle circostanze". "Chiediamo - afferma il Presidente di Senzatomica Daniele Santi - una presa di posizione da parte di tutti i Paesi che non hanno ancora firmato il TPNW, a partire dall'Italia perché un mondo libero da armi nucleari è necessario ora più che mai".

Foto: it.depositphotos.com

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy