Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La polizia nazionale spagnola ha arrestato il più grande importatore di eroina in Spagna smantellando anche l'organizzazione che guidava insieme ad altri nove detenuti, sei uomini e tre donne. Durante l’operazione sono state sequestrati anche 55 chilogrammi di questa droga, 51.000 euro in contanti, tre armi, gioielli, orologi di lusso e diversi veicoli. La base operativa del capo, considerato dagli inquirenti come il "Pablo Escobar spagnolo dell'eroina" e la cui identità non è stata rivelata, era nella città di Toledo, a soli 70 chilometri da Madrid, mentre la droga veniva acquistata nei Paesi Bassi  per poi essere distribuita in diverse province spagnole.

Otto dei dieci detenuti sono entrati in carcere. Si ritiene che il leader del gruppo abbia avuto una stretta relazione con un gruppo internazionale di narcotraffico guidato da un cittadino turco soprannominato "il paralitico". Così, nel corso delle indagini si è scoperto che aveva compiuto due viaggi a Istanbul, capitale della Turchia, nei mesi di luglio e settembre dello scorso anno, con lo scopo di negoziare personalmente l'importazione di spedizioni di droga con l'organizzazione turca di fornitura di eroina.

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy