Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il pm di Napoli Henry John Woodcock, ma anche il collega romano Mario Palazzi che lo indagò per rivelazione del segreto d'ufficio nell'ambito dell'inchiesta Consip. E con loro due ex leader dell'Associazione nazionale magistrati: Maurizio Carbone, procuratore aggiunto a Taranto e Antonio Patrono, procuratore capo alla Spezia e in passato già consigliere del Csm. Sono tutti tra i candidati alle prossime elezioni del Csm che si terranno alla vigilia delle Politiche, il 18 e il 19 settembre, e saranno regolate dal nuovo sistema misto introdotto dalla riforma approvata a giugno dal Parlamento. In tutto i concorrenti per i 5 posti da pubblico ministero sono 18. Tra di loro ci sono anche il pm milanese Roberto Fontana, titolare del procedimento sulla contabilizzazione dei crediti deteriorati di Mps e il procuratore aggiunto di Roma Carlo Lasperanza che in passato si occupò dell'inchiesta sulla morte di Marta Russo. Dovranno essere eletti anche 13 giudici e due magistrati di legittimità: 9 e 31 sono rispettivamente i candidati per le due categorie.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy