Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

In collaborazione con Pippo Pollina, in concerto il 9 giugno presso il Teatro Massimo, il Comitato Addiopizzo ha organizzato un momento di confronto con alcuni testimoni privilegiati di lotte e prassi virtuose per il contrasto alla criminalità mafiosa e per la promozione della cultura della legalità.
Il 9 giugno alle ore 10.00 presso il Noviziato dei Crociferi, ci sarà un incontro con Giovanni Impastato, Giorgio Scimeca, giovane imprenditore che ha denunciato il suo estorsore e Francesca Vannini Parenti di Addiopizzo. Sarà presente anche Pippo Pollina.

Saranno soprattutto gli ospiti stranieri che verranno nella nostra isola gli interlocutori privilegiati dell’iniziativa, ovvero coloro che hanno il desiderio di conoscere e approfondire realtà e prassi di una realtà in continua trasformazione, viva, creativa e resistente e capace di mobilitarsi e cambiare una cultura di morte come quella mafiosa.
Infatti, sono quasi 1200 i visitatori, prevalentemente tedeschi, previsti a Palermo in occasione del Concerto di Pippo Pollina. È un dialogo di interesse reciproco che vogliamo valorizzare con la creazione di un doppio appuntamento.

progetto legalita pippo pollina

A seguire l'incontro presso il Noviziato dei Crociferi, ci sarà un momento di Consumo Critico offerto agli ospiti da Addiopizzo: una degustazione di vini biologici e dolci tipici siciliani di alcuni produttori aderenti alla campagna "Pago chi non paga" e inseriti nel progetto “AddiopizzoStore”, che verrà presentato a conclusione della giornata da Alessandra Perrone.

L’occasione non è casuale, poiché Pippo Pollina è un interlocutore prezioso, un apprezzato artista di origini palermitane che con il cuore e la testa non ha mai abbandonato la nostra terra e la nostra realtà, riuscendo attraverso la sua arte a comunicare attenzione, amore e cura per le sue origini.

Il tour italiano dell’artista fa parte del Progetto speciale per l’Italia, Tour della memoria – passi di legalità, nato per celebrare il Venticinquennale delle stragi di Falcone e Borsellino, ovvero un tour della memoria per ripercorrere i passi che dal 1992 al 2017 sono stati fatti in Italia sul tema della lotta alla mafia.

A venticinque anni dalle stragi, la memoria che vogliamo raccontare è quella capace di farsi pensiero e azione, oggi come allora, per testimoniare e costruire una comunità capace di rappresentare e vivere una cultura della legalità fatta di bellezza, onestà, rispetto e vita.

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy