Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Morra: "Apologia di Cosa nostra"

"Dopo alcuni ristoranti tedeschi, tocca ad un'attività francese celebrare i boss mafiosi, chiamando le pizze con i loro nomi e appendendone i ritratti alle pareti, compreso quello del superlatitante Matteo Messina Denaro. A Riina e a Provenzano sono dedicati invece alcuni aperitivi". Lo ha scritto su Facebook il senatore Nicola Morra, presidente della Commissione Antimafia. "Il ristorante della notizia - ha aggiunto - è vicino Marsiglia. Spero per loro che non debbano mai trovarsi a dover rispondere a richieste di pizzo o a subire intimidazioni, come successo a molti nostri ristoratori che si sono opposti alla mafia. Con la mafia non si scherza. I mafiosi non sono quelli dei film. E questi ristoratori dovrebbero saperlo, visto che le foto che hanno attaccato alle pareti non sono quelle di attori. Si tratta di assassini e di criminali fra i più spietati". Credo che a questo punto - ha concluso Morra - servano delle leggi per punire l'apologia della mafia. E credo che l'Italia, ovviamente, debba dare l'esempio. Per questo ricordo la proposta della mia ex collega nel M5S e tutt'ora collega in Commissione Antimafia, Stefania Ascari, che ha presentato una proposta per modificare l'articolo 414 del codice penale, con l'obiettivo di aggravare le pene previste per chi inneggia o esalta le organizzazioni mafiose in pubblico".

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy