Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

carabinieri-arresto-web314 maggio 2013
Gli arrestati sarebbero legati alle cosche della 'ndrangheta e in particolare alla 'locale' di Desio, al centro dell'operazione Infinito. Le accuse a carico degli indagati vanno dalla corruzione all'abuso d'ufficio e alla tubrativa d'asta.

I carabinieri della compagnia di Desio (Monza) hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Monza nei confronti di sette funzionari pubblici e imprenditori dei comuni brianzoli di Desio e Solaro indagati in concorso per corruzione, abuso d'ufficio,turbativa d'asta, frode in pubbliche forniture e altri reati minori. Si tratta di cinque misure in carcere e di due arresti domiciliari.

Secondo l'accusa gli indagati avrebbero avuto legami diretti o indiretti con alcuni degli affiliati alla locale della 'ndrangheta di Desio che erano finiti in manette nella maxi operazione 'Infinito' contro le cosche calabresi in Lombardia. Un'indagine che aveva anche permesso di portare alla luce "un sistema corruttivo strutturato e collaudato per l'aggiudicazione di svariate gare d'appalto" che è stato ulteriormente colpito dai carabinieri.

Tratto da: milano.repubblica.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy