Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

19 marzo 2012
Bogotà. La polizia colombiana ha arrestato oggi Rafael Ivan Zapata Cuadros, anello di collegamento tra l'organizzazione narco «Los rastrojos» (in particolare con i fratelli Calle Serna) e la mafia italiana, per traffico di cocaina. Secondo le autorità del Paese sudamericano, in Italia, Zapata era stato condannato a vent'anni di carcere per traffico internazionale di sostanze stupefacenti e associazione a delinquere. L'arresto di Zapata è stato eseguito nel villaggio di Puerto Berrio, nello stato di Antiochia, nel nord-ovest, dopo tre mesi di indagini. Oltre al mandato di cattura italiano pesano sul trafficante anche ordini di Francia e Olanda, sempre per droga. Secondo le autorità colombiane Zapata sarebbe legato al gruppo mafioso italiano un tempo guidato da Vicenzo Barbieri (leader ucciso) ed era stato l'anello di collegamento tra l'estradato capo paramilitare Salvatore Mancuso e le organizzazioni italiane.

ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy