Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.



È di questi giorni la notizia secondo cui un sito di e-commerce ha messo in vendita alcune t-shirt con l'immagine di una piovra che copre l'Italia e la scritta “Camorra”, famoso nome della criminalità organizzata partenopea. Una “bravata” si potrebbe pensare, nulla di affine al mondo criminale. Resta il fatto che la notizia ha destato non poca preoccupazione. Nei giorni scorsi, infatti se ne è occupata anche la commissione antimafia. Alcuni campioni di queste magliette sono stati sequestrati a Napoli dalla Guardia di finanza: si trovavano, insieme con altra merce recante loghi contraffatti di squadre di calcio, su una bancarella nei pressi del carcere di Secondigliano, zona periferica della città.
Del caso si era discusso anche nel comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, per iniziativa del prefetto di Napoli Marco Valentini. A sottoporre a sequestro le magliette, una cinquantina tra quelle calcistiche e quelle con il logo della piovra, sono stati i finanzieri del II Nucleo Operativo Metropolitano di Napoli. Purtroppo, però, l’ambulante è fuggito appena ha intravisto la pattuglia. Ora le indagini delle Fiamme Gialle continuano nel tentativo di identificare e individuare le filiere di produzione e distribuzione, anche online, delle t-shirt della “Camorra”. La Guardia di Finanza, inoltre, ha invitato la cittadinanza a denunciare, anche tramite il 117, chi si renda responsabile della messa in vendita di articoli contraffatti soprattutto se inneggianti a simboli mafiosi.

TAGS: ,

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy