Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Un centinaio di Migranti di varie nazionalità mediorientali, tra cui donne e alcuni neonati, a bordo di una barca a vela sono stati soccorsi stamane in mare aperto e poi condotti nel porto di Roccella Ionica, nella Locride. L'operazione è stata eseguita dalla Guardia di Finanza al largo di punta Stilo. I profughi, al loro arrivo, sono stati sottoposti al test anti-Covid da personale sanitario dell'Asp di Reggio Calabria e momentaneamente ricoverati in una tensostruttura realizzata nell'area portuale roccellese nei mesi scorsi dalla Prefettura e gestita dai volontari della Croce Rossa e della Protezione civile. Dopo i tre consecutivi sbarchi di domenica scorsa, sono saliti a 18 gli approdi nel tratto di costa della Locride in questi primi 4 mesi e mezzo del 2022, di cui 17 a Roccella e uno a Siderno, quest'ultimo, conclusosi drammaticamente con la morte per annegamento di due scafisti russi. Nel 2021, solo nel porto roccellese, si sono contati 47 sbarchi di Migranti, su un totale di 55 arrivi censiti nella Locride, per un totale di oltre 6 mila Migranti.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy