Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Scoperta dalla Guardia di Finanza una presunta organizzazione illecita composta da appartenenti a una famiglia di origine cinese residente a Prato, che, avvalendosi di prestanome prezzolati, dal 2013 avrebbe costituito 24 imprese individuali 'fantasma' al solo scopo di rastrellare, da loro connazionali operanti in tutto Italia, provviste di denaro frutto di evasione fiscale ed altre azioni illecite per trasferirle all'estero. In tutto quantificato in oltre 170 milioni di euro il flusso di denaro verso la Cina. Nell'ambito delle indagini una misura di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal gip di Prato nei confronti di un cittadino cinese, ritenuto il presunto capo dell'organizzazione: l'uomo non è stato al momento rintracciato, si troverebbe fuori dall'Italia. L'operazione, denominata Pluto, è stata condotta dalle Fiamme gialle pratesi e coordinata dalla procura di Prato.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy