Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

I carabinieri della compagnia di Cefalù hanno denunciato alla procura di Termini Imerese 117 persone per truffa ai danni dello Stato legata all'ottenimento del reddito di cittadinanza. I controlli dei militari hanno consentito di documentare, nel periodo tra novembre e maggio 2022, l'indebita percezione del reddito di cittadinanza da parte di beneficiari, tutti residenti nel comune di Cefalù ed in quelli limitrofi delle Madonie, che non erano in possesso dei requisiti previsti dalla normativa. Tra i destinatari del sussidio c'erano anche alcuni piccoli imprenditori e alcuni pregiudicati per associazione di tipo mafioso. Nella maggior parte dei casi la causa l'illegittima fruizione del sussidio è dovuta alla mancanza del requisito della residenza. Il danno stimato all'erario è di circa 1 milione e mezzo di euro. I denunciati sono stati altresì segnalati all'Inps per la revoca del sussidio.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy