Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Sicilia Mafia: Cantone, vendita beni confiscati non sia tabu'

Rassegna Stampa

Mafia: Cantone, vendita beni confiscati non sia tabu'

cantone raffaeleSì a uso sociale, ma anche a impiego economico
Palermo. "L'utilizzo dei beni confiscati è di per sé un'azione di contrasto alle mafie, non si deve avere paura di disfarsi dei beni sottratti alle cosche che non sono realmente utili, di venderne qualcuno e utilizzarli sì in una logica sociale ma che sia anche di tipo economico. Credo sia una grande idea quella di affidare i beni alle cooperative come accaduto nella mia regione, per creare occasioni di lavoro. I beni confiscati devono essere un'occasione e non un'ulteriore ragione di spesa per le istituzioni". Lo ha detto il presidente dell'Anac, Raffaele Cantone, a margine del convegno "Contro le mafie: a che punto siamo?" in corso nell'aula magna di Giurisprudenza dell'università di Palermo. In sala sono presenti, tra gli altri, il ministro dell'Interno, Marco Minniti, e il procuratore di Palermo, Francesco Lo Voi, il rettore Fabrizio Micari, il sindaco, Leoluca Orlando. Cantone ha poi giudicato "molto positive alcune indicazioni del codice antimafia su un nuovo cambiamento di mentalità nell'utilizzo dei beni confiscati - ha detto - spero in approvazione veloce ma ci son cose da correggere e mi auguro si faccia presto”.

ANSA


Corruzione: Cantone, male serio che va a braccetto con mafia

Palermo. "Corruzione e mafia vanno a braccetto, la corruzione è un male serio, radicato, ma c'è un risveglio delle coscienze che è la prova della reazione. Bisogna mettere in campo tutti gli strumenti. Purtroppo dopo Tangentopoli abbiamo ritenuto che molti problemi fossero superati e invece non era così". Lo ha detto il presidente dell'Anac, Raffaele Cantone, a margine del convegno "Contro le mafie: a che punto siamo?" in corso nell'aula magna di Giurisprudenza dell'università di Palermo. In sala sono presenti, tra gli altri, il ministro dell'Interno, Marco Minniti, e il procuratore di Palermo, Francesco Lo Voi, il rettore Fabrizio Micari, il sindaco, Leoluca Orlando. "Oggi sono molti gli strumenti di prevenzione, però appena si abbassa la guardia si ritorna punto e a capo - ha aggiunto Cantone - ci sono una serie di strumenti, ma il problema è tenere in vita un'azione di contrasto. In Sicilia l'Anac ha fatto diverse indagini, ad esempio sul settore della sanità o su quello dei rifiuti, ma va detto che la regione, almeno dal punto di vista normativo ha fatto dei passi avanti".

ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...


UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...

THE TIME IS NOW

THE TIME IS NOW

edited by David Bidussa

Quanta sete di giustizia, quanta carica vitale, quanta...


I DIARI DI FALCONE

I DIARI DI FALCONE

by Edoardo Montolli

Le agende di Giovanni Falcone entrarono e uscirono...

LA VERITA' DEL FREDDO

LA VERITA' DEL FREDDO

by Raffaella Fanelli

Raffaella Fanelli intervista Maurizio Abbatino- La banda della...


NON LASCIAMOLI SOLI

NON LASCIAMOLI SOLI

by Francesco Viviano, Alessandra Ziniti

Quello che l’Italia e l’Europa non vogliono sentire...

OMBRE NERE

OMBRE NERE

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

Domenica 6 gennaio 1980. Un giovane dagli occhi...


Libri in primo piano

avanti mafiaSaverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





Ncollusi homeino Di Matteo
e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia



quarantanni-di-mafia-aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa



il ritorno del principe homeSaverio Lodato
Roberto Scarpinato


IL RITORNO DEL PRINCIPE
La criminalità dei potenti
in Italia