Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cronaca Processo Montante, il pm: ''Ex presidente Irsap, Cicero, subì minacce e intimidazioni''

Mafie News

Processo Montante, il pm: ''Ex presidente Irsap, Cicero, subì minacce e intimidazioni''

di AMDuemila
Prosegue la requisitoria dei magistrati Luciani e Bonaccorso

Si è concentrata sulle minacce che Alfonso Cicero, ex presidente dell'Irsap Sicilia, avrebbe subito dall'ex leader di Sicindustria, Antonello Montante, la requisitoria dei pm Stefano Luciani e Maurizio Bonaccorso, nell'udienza che si è celebrata ieri a Caltanissetta, davanti al Gup Graziella Luparello, nell'ambito del processo con rito abbreviato nei confronti di Montante e altri cinque imputati. I pm hanno ricostruito come "in particolare Montante, voleva che Cicero firmasse una lettera con data retroattiva al 10 luglio 2014. Nella stessa Cicero avrebbe dovuto dichiarare che l'azione di denuncia contro mafia e affari nelle aree industriali della Sicilia era frutto delle sue indicazioni". La data della lettera doveva essere firmata prima del 10 luglio 2014, poiché quel giorno Cicero era stato audito dalla Commissione Antimafia nazionale. Proprio in quel periodo, fra l'aprile e il luglio 2015, c'era in ballo la riconferma di Cicero al vertice dell'Irsap. Montante, per costringere Cicero a firmare e quindi intimidirlo, gli avrebbe mostrato, secondo l'accusa, un tabulato con diversi sms e fra questi anche alcuni messaggi che l'ex presidente dell'Irsap Sicilia aveva inviato a Montante. Poi quest'ultimo pronuncio' una frase: ce ne saranno per tutti!. Il 17 settembre 2015 Cicero, parte offesa e parte civile nel processo, assistito dall'avvocato Annalisa Petitto, rivelò ai magistrati nisseni come Montante avesse messo in piedi un vero e proprio "sistema". Il giorno dopo, si dimise da tutti i suoi incarichi e rinuncio' anche alla proposta dell'ex presidente della Regione, Rosario Crocetta, che voleva nominarlo commissario straordinario dell'Irsap. Durante la loro requisitoria, i pm si sono soffermati anche sugli accessi abusivi alla banca dati dello Sdi, commissionati da Montante.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LE MAFIE NELL'ECONOMIA LEGALE

LE MAFIE NELL'ECONOMIA LEGALE

by Rocco Sciarrone, Luca Storti

Le mafie continuano a prosperare sia nelle zone...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

by Giorgio Bongiovanni

Le particolarità di questo libro 1. E’ la prima...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa