Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Terzo Millennio Estero Putin ordina il rafforzamento del potenziale nucleare russo

Terzo Millennio

Putin ordina il rafforzamento del potenziale nucleare russo

putin cremlino c reutersda corriere.it
Il leader del Cremlino vuole missili in grado di penetrare tutti i sistemi di difesa «presenti e futuri». «Dobbiamo rafforzare le forze nucleari strategiche»

Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato il rafforzamento del potenziale nucleare della Russia. Il leader del Cremlino ha anche spiegato che le forze armate russe dovranno dotarsi di missili in grado di penetrare attraverso ogni tipo di sistema di difesa antimissilistica ed essere pronte a possibili attacchi alla frontiera. L’esercito, ha sottolineato, dovrà seguire attentamente ogni movimento ai confini e qualsiasi cambiamento «nella situazione militare e politica a livello globale» per essere pronto «a rivedere i piani e neutralizzare potenziali minacce al nostro Paese».

Complessi missilistici
«Abbiamo bisogno di rafforzare il potenziale militare delle nostre forze nucleari strategiche - ha detto il presidente russo secondo quanto riportato dai media locali - in particolare con complessi missilistici che possano penetrare affidabilmente ogni sistema antimissilistico presente e futuro». «La quota degli armamenti moderni delle forze nucleari russe ammonta a quasi il 60% del totale», ha chiarito Putin durante una seduta dei vertici del ministero della Difesa di Mosca. Il ministro della Difesa, Serghiei Shoigu, ha sottolineato che ciò è stato «permesso» dal fatto che «alle forze armate russe sono stati forniti 41 nuovi missili balistici». Secondo il ministro, inoltre, «nelle forze missilistiche strategiche, il 99% dei sistemi di lancio si trova allo stato di pronto impiego e oltre il 96% in disponibilità costante al lancio immediato».

Più forti di tutti
«Abbiamo ancora molto da fare - ha dichiarato il leader del Cremlino - però allo stesso tempo già oggi, tenendo conto di molti fattori, non solo militari, ma anche storici, geografici e dello stato interno della società russa, possiamo dire con sicurezza che al giorno d’oggi siamo più forti di qualunque potenziale aggressore: qualunque».

Guerra in Siria
Putin ha anche rivendicato il successo della politica del Cremlino nei confronti della Siria. «L’esercito siriano ha ricevuto un sostegno considerevole - ha sottolineato - e grazie a questo ha potuto portare a termine una serie di operazioni efficaci contro i miliziani antigovernativi». Shoigu, ha aggiunto che l’apparato militare nazionale ha «sperimentato 162 tipi di armamenti moderni nel corso della campagna siriana» tra cui aerei Sukhoi e Mig oltre ad elicotteri del tipo Kamov. «E si sono dimostrati ad alta affidabilità», ha precisato. Shoigu ha aggiunto che aerei russi hanno effettuato 18mila sortite in Siria dall’inizio dell’offensiva del Cremlino lo scorso anno, distruggendo 775 campo di addestramento jihadisti, 450 depositi di armi e uccidendo 35mila combattenti. «La catena di “rivoluzioni colorate” diffuse in tutto il Medioriente e in Africa è stata rotta», ha concluso il ministro.

Tratto dacorriere.it

Foto © Reuters

Le recensioni di AntimafiaDuemila

CAMORRA NOSTRA

CAMORRA NOSTRA

by Giorgio Mottola

«Non chiamatela Camorra. È Cosa Nostra».Questa sorprendente dichiarazione...

ITALICUS

ITALICUS

by Paolo Bolognesi , Roberto Scardova

Troppe cose ancora rimaste in sospeso: enigmi, fatti...


MAFIA. Vita di un uomo di mondo

MAFIA. Vita di un uomo di mondo

by Alfredo Galasso, Angelo Siino

Angelo Siino, «pentito» eccellente e collaboratore di giustizia,...

IL FILO DEI GIORNI

IL FILO DEI GIORNI

by Maurizio Torrealta

«Vedi, sono stati tutti arruolati dentro quella che...


SHAKK

SHAKK

by Antonio Gerardo D'Errico

Shakk è la storia dei nostri tempi. Il...

FARE DEL MALE NON MI PIACE

FARE DEL MALE NON MI PIACE

by Giusy La Piana

Killer, guardaspalle, "ragioniere", fantasma, mediatore, guru dei picciotti,...


I NOSTRI CENTO PASSI

I NOSTRI CENTO PASSI

by AA.VV.

Un'eccezionale testimonianza dei ragazzi delle scuole della "Rete...

PERCHÉ NO

PERCHÉ NO

by Marco Travaglio, Silvia Truzzi

"Marco Travaglio e Silvia Truzzi smontano a una...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta