Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Cronache Italia Unci Sicilia: minacce a presidente commissione antimafia Ars Claudio Fava, solidarieta' dell'unione cronisti

Cronache Italia

Unci Sicilia: minacce a presidente commissione antimafia Ars Claudio Fava, solidarieta' dell'unione cronisti

Una busta contenente un proiettile è stata recapitata a Palermo negli uffici della Commissione parlamentare regionale antimafia

zingales leone c imagoeconomica

Minacce a Claudio Fava, solidarietà dell’Unci. Zingales: “Messaggio mafioso per fermare le sue battaglie per la legalita’. Nessuno riuscira’ a fermare la voglia di verita’"

Il Gruppo siciliano dell’Unione nazionale cronisti italiani esprime solidarietà all’onorevole Claudio Fava, giornalista, presidente della Commissione parlamentare regionale Antimafia e figlio del giornalista e scrittore Giuseppe Fava ucciso dalla mafia nel 1984.
Stamane, a Palermo, una busta contenente un proiettile è stata recapitata negli uffici della Commissione antimafia regionale, a Palazzo dei Normanni. Il plico è stato aperto dai collaboratori di Fava, che sino alla scorsa primavera era stato il vice-presidente della Commissione nazionale antimafia, che hanno immediatamente chiamato la Digos.

“Il proiettile spedito a Fava – ha sottolineato il vice-presidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales (in foto) – è il tipico messaggio mafioso di chi vorrebbe fermare tutte le inchieste e le istruttorie che la Commissione presieduta dal collega e deputato regionale ha avviato sui diversi settori: dal depistaggio della strage Borsellino sino al cosiddetto sistema ‘Montante’. L’Unci esprime piena solidarietà a Fava ed invita la Commissione ad andare avanti con inchieste, istruttorie e verifiche. L’unica strada da percorrere è quella della legalità e della lotta alle mafie. Nessuno riuscirà a fermare la voglia di verità”.

“I cronisti siciliani sono vicini a Claudio Fava – ha dichiarato il presidente dell’Unci Sicilia, Andrea Tuttoilmondo –. Rivolgo a Claudio Fava la mia vicinanza personale nella consapevolezza che questo vile atto non scalfirà, e anzi rafforzerà, il suo impegno e la sua determinazione istituzionale sul fronte della lotta al malaffare”.


Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

CASAMONICA, LA STORIA SEGRETA

CASAMONICA, LA STORIA SEGRETA

by Floriana Bulfon

Un documento giornalistico straordinario e di estrema attualità,...

NUDDU

NUDDU

by Pietro Orsatti

Un’inchiesta giornalistica senza apparente via di uscita e...


IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

by Attilio Bolzoni

Un siciliano che è “nel cuore” di un...

FIGLI DEI BOSS

FIGLI DEI BOSS

by Dario Cirrincione

Questo è un libro di storie e di...


IL CASO MOBY PRINCE

IL CASO MOBY PRINCE

by Gabriele Bardazza, Francesco Sanna

Per la prima volta in un libro, i...

AMEN

AMEN

by Antonio Ferrari

L’attentato a Giovanni Paolo II e i molti...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa