Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Puglia Mafia: Tar Lazio annulla scioglimento Comune salentino

Rassegna Stampa

Mafia: Tar Lazio annulla scioglimento Comune salentino

comune parabitaLecce. Il Tar del Lazio ha annullato con sentenza di merito il decreto di scioglimento del Consiglio comunale di Parabita (Lecce) disposto lo scorso 17 febbraio dal Consiglio dei Ministri per infiltrazioni mafiose.
Le indagini del Ros avevano accertato - secondo l'accusa - ''favori'' fatti da esponenti del Comune alle famiglie vicine a un clan per assegnare loro voucher-buoni lavoro, contributi in denaro, alloggi popolari, locali commerciali e riservare assunzioni tra i netturbini con costi aggiuntivi per l'amministrazione comunale. Il Comune, cioè, avrebbe favorito i boss della Sacra Corona Unita anche con i voucher.

ANSA


Annullato scioglimento Comune; legali, giustizia è fatta

Lecce. "Giustizia è fatta. Perché lo Stato possa intervenire sciogliendo il Consiglio Comunale devono sussistere elementi certi e indiscutibili che dimostrino come la gestione amministrativa dell'Ente sia effettivamente inquinata o possa esserlo per effetto di infiltrazioni malavitose. Nel caso di Parabita" questa dimostrazione "non vi era stata". E' il commento dell'avvocato Pietro Quinto che con il collega Luciano Ancora ha difeso il Sindaco di Parabita, Alfredo Cacciapaglia, e i Consiglieri Comunali nel giudizio davanti al Tar Lazio contro il decreto di scioglimento per presunte infiltrazioni mafiose.
La vicenda era partita dalle indagini sfociate in 22 arresti nell'ambito di una operazione della Dda di Lecce del dicembre 2015 denominata "Coltura". Tra gli arrestati anche il vice sindaco del comune salentino Giuseppe Provenzano, accusato di aver favorito il gruppo Giannelli della Sacra Corona Unita. Su proposta del Prefetto di Lecce e dell'apposita Commissione di indagine era stato quindi emanato il decreto di scioglimento per infiltrazioni mafiose con la nomina di tre commissari. Nel ricorso al Tar i legali hanno evidenziato "la carenza dei presupposti per l'adozione del grave provvedimento lesivo dell'autonomia comunale" e i "vizi del procedimento derivanti dal forzato collegamento tra i fatti oggetto delle indagini penali riguardanti un'ampia zona del territorio del Sud Salento e le vicende amministrative del Comune, senza che fossero individuati atti e procedimenti che attestassero un condizionamento della complessiva attività amministrativa del Comune".

ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa