Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Puglia Controlli dei carabinieri contro l'inquinamento ambientale in tutta la regione Puglia

Rassegna Stampa

Controlli dei carabinieri contro l'inquinamento ambientale in tutta la regione Puglia

1carabinieri-web221 controlli effettuati, 36 arresti 50 denunce e 18 i sequestri effettuati
23 giugno 2014
Negli ultimi cinque giorni è scattato in tutta la Puglia un articolato servizio di controllo straordinario del territorio finalizzato soprattutto al contrasto dei fenomeni criminali connessi all’inquinamento ambientale ed al ciclo dei rifiuti. In particolare il servizio si è concentrato sul controllo dei fenomeni dell’abusivismo edilizio, abbandono di rifiuti, dello scarico di reflui nel suolo e nelle acque interne e costiere.
L’attività, disposta dal Comando Legione Carabinieri Puglia in collaborazione con militari specializzati dei Nuclei Operativi Ecologici per la Tutela Ambientale ha visto impegnati 1591 militari dei Comandi Provinciali di Bari, Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto, supportati anche da due velivoli del 6° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Bari per il monitoraggio dall’alto.
I 221 controlli effettuati si sono concentrati su centro di raccolta e smaltimento rifiuti, mezzi adibiti al trasporto di rifiuti, autodemolitori, centri di raccolta di materiale ferroso, aziende agricole, fabbriche e stabilimenti industriali. 40 sono state le attività dove sono state riscontrate inosservanze alle norme a tutela dell’ambiente.
In ambito regionale complessivamente:
-          41 centri di raccolta e smaltimento rifiuti, 68 mezzi adibiti al trasporto di rifiuti, 46 autodemolitori e centri di raccolta materiale ferroso, 48 aziende agricole, 8 fabbriche, 10 stabilimenti industriali e 9 altre attività ispezionati;
-          18 sono state le attività sequestrate per inosservanza delle norme a tutela dell’ambiente per un valore di 1.101.000,00 Euro circa;
-          26 sanzioni amministrative elevate per un ammontare di oltre 13.000 euro;
Nell’ambito dei predetti controlli, sono stati anche seguiti servizi di controllo della circolazione stradale e di contrasto ai fenomeni dei furti e della ricettazione nonché dello smercio di stupefacenti, pervenendo ai seguenti risultati:
-          36 sono state le persone arrestate di cui 27 in flagranza di reato e 9 i soggetti arrestati per reati vari;
-          448,1 i grammi di droga sequestrati tra cocaina, eroina, hashish e marijuana, mentre 19 sono state le persone segnalate alle Prefetture competenti, quali consumatrici di stupefacenti;
-          4 pistole, 2 armi bianche e 7 munizioni sequestrate;
-          364.150,00 euro il valore della refurtiva recuperata;
-          5230 persone identificate ed 3678 i veicoli controllati;
-          641 le contravvenzioni al Codice della Strada elevate di cui 144 per guida senza cintura, 14 per guida senza casco, 14 le patenti di guida e 42 i documenti di circolazione ritirati, 63 gli auto-motoveicoli sequestrati e 20 quelli recuperati;
-          40 i soggetti sottoposti all’etilometro ed ai controlli antidroga;
-          273 perquisizioni personali, veicolari e locali eseguite.
In particolare a Bari e Province di Bari e Bat:
-          9 sono state le persone arrestate per reati vari di cui 7 in flagranza;
-          14 le denunce a piede libero di cui 8 per reati in materia ambientale nella fattispecie 2 a Gravina in Puglia e Cassano Murge titolari di un caseificio e di un officina meccanica, 3 a Trani e Corato titolari di officine meccaniche e 3 ad Andria titolari di una impresa edile e di un terreno di 5mila metri quadri dove erano stati depositate diverse tonnellate di rifiuti speciali provenienti dall’attività di scavo del cantiere;
-          130 i centri di raccolta e smaltimento rifiuti, autodemolitori, fabbriche e attività ispezionati e 7 quelli risultati irregolari;
-          5 sono state le attività sequestrate per inosservanza delle norme a tutela dell’ambiente per un valore di 300mila euro circa;
Relativamente ai controlli della circolazione stradale e di contrasto al fenomeno dello spaccio di droga:
-          157 sono stati i grammi di droga sequestrati tra cocaina, eroina, hashish e marijuana, mentre 3 le persone segnalate alle Prefetture competenti, quali consumatrici di stupefacenti;
-          150 euro il valore della refurtiva recuperata;
-          758 persone identificate ed 578 i veicoli controllati con 75 perquisizioni personali e veicolari effettuate;
-          76 le contravvenzioni al Codice della Strada elevate di cui 18 per guida senza cintura, 3 per guida senza casco, 4 le patenti di guida e 6 i documenti di circolazione ritirati, 9 gli auto-motoveicoli sequestrati e 10 quelli recuperati.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa