Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Calabria Reggio Calabria, al via processo sulla 'ndrangheta stragista. Familiari: ''Chi ha sbagliato paghi senza sconti''

Rassegna Stampa

Reggio Calabria, al via processo sulla 'ndrangheta stragista. Familiari: ''Chi ha sbagliato paghi senza sconti''

di 
È iniziato stamattina, lunedì 30 ottobre, a Reggio Calabria il processo “‘Ndrangheta stragista” che vede alla sbarra il boss di Brancaccio Giuseppe Graviano è quello di Melicucco Rocco Santo Filippone. Entrambi sono accusati di associazione mafiosa e degli attentati ai carabinieri (un duplice omicidio e due duplici tentati omicidi) consumati in riva allo Stretto a cavallo tra il 1993 e il 1994. Attentati che, secondo la ricostruzione del procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo e del sostituto della Dna Francesco Curcio, rientrano tra le stragi continentali messe in atto da cosa nostra e ‘Ndrangheta per costringere lo Stato a trattare con la mafia. Alla prima udienza, la presidente della Corte d’Assise Ornella pastore ha ammesso tra le parti civili i familiari dei carabinieri Antonino Fava e Vincenzo Garofalo uccisi nel gennaio del 1994. Familiari che erano presenti in aula a pochi metri dalla gabbia in cui si trovava Rocco Filippone e al monitor attraverso cui Giuseppe Graviano era collegato in videoconferenza dal carcere di Terni dove è detenuto al 41 bis. “Oggi sapere come sono andate le cose è molto importante”. ha affermato al termine dell’udienza Ivana Fava, figlia di uno dei due carabinieri uccisi sulla Salerno-Reggio Calabria all’altezza dello svincolo di Scilla.
20171031 video processo ndrangheta
"Vogliamo sapere la verità - aggiunge Patrizia Scano, vedova di Vincenzo Garofalo - Chi ha sbagliato deve pagare fino all’ultima ora. Senza sconti”.
C’è un’Italia che chiede giustizia. - è il commento di Antonio Ingroia oggi avvocato dei familiari delle vittime - Ci sono stati uomini dello Stato che trattavano con la mafia mentre altri, come i carabinieri Fava e Garofalo, tenevano alta la bandiera delle fedeltà e della lealtà rispetto alle istituzioni”.

ilfattoquotidiano.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa