Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Focus Corruzione: Paolo Arata in manette assieme al figlio

Mafie News

Corruzione: Paolo Arata in manette assieme al figlio

di AMDuemila
Secondo l'accusa sarebbero soci occulti del "re dell'eolico" Vito Nicastri

Corruzione, autoriciclaggio e intestazione fittizia di beni. Sono queste le accuse contestate a Paolo Arata (in foto), ex consulente della Lega per l'energia ed ex deputato di Fi, e il figlio Francesco, arrestati questa mattina su disposizione del gip di Palermo Guglielmo Nicastro, su richiesta della Dda. Secondo gli inquirenti sarebbero soci occulti dell'imprenditore trapanese dell'eolico Vito Nicastri, ritenuto dai magistrati tra i finanziatori della latitanza del boss Matteo Messina Denaro.
Gli Arata erano finiti da mesi al centro delle indagini della Procura di Palermo per un giro di mazzette alla Regione siciliana per l'ottenimento di autorizzazioni nell'eolico e nel beo-metano. Oltre che nei confronti dei due Arata il giudice ha disposto l'arresto per Nicastri, la cui misura è stata notificata in carcere in quanto già detenuto dopo che si era dimostrato che dai domiciliari proseguiva a fare affari illegali, e per il figlio Manlio, indagati pure loro per corruzione, auto riciclaggio e intestazione fittizia.
A Nicastri padre, per cui di recente la Procura ha chiesto la condanna a 12 anni per concorso in associazione mafiosa, il gip non ha dato l'aggravante dell'avere favorito Cosa nostra che, invece, gli era stata contestata dai pm. Va comunque evidenziato che nella misura cautelare si parla di "elevato rischio di infiltrazioni di Cosa nostra" proprio negli affari dei Nicastri e degli Arata. Ai domiciliari è finito invece l'ex funzionario regionale dell'Assessorato all'Energia Alberto Tinnirello, accusato di corruzione.
Contestualmente è stato anche disposto il sequestro di otto società che operano nel campo delle energie rinnovabili, settore in cui hanno investito gli indagati. L'inchiesta palermitana è stata coordinata dal procuratore di Palermo Francesco Lo Voi, dall'aggiunto Paolo Guido e dal sostituto Gianluca De Leo. Un'altra tranche prosegue a Roma dopo le intercettazioni in cui, secondo gli inquirenti, si farebbe riferimento al pagamento di una mazzetta, da parte di Arata, all'ex sottosegretario alle Infrastrutture leghista Armando Siri. In cambio del denaro Siri avrebbe presentato un emendamento al Def, poi mai approvato, sugli incentivi connessi al mini-eolico, settore in cui l'ex consulente della Lega aveva investito.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Tangenti eolico: figli Arata e Nicastri chiedono dissequestri

È l'Arata che traccia il solco

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DEPISTATO

DEPISTATO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

In queste pagine è raccontato il depistaggio di...

TI MANGIO IL CUORE

TI MANGIO IL CUORE

by Carlo Bonini, Giuliano Foschini

Un'inchiesta sull'abisso non ancora esplorato della Società foggiana,...


IL LIBRO NERO DELLA LEGA

IL LIBRO NERO DELLA LEGA

by Giovanni Tizian, Stefano Vergine

La truffa milionaria ai danni degli italiani, le...

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

by Fabio Federici

Oggi la presenza della Mafia Nigeriana in Italia...


LA PAURA NON PERDONA

LA PAURA NON PERDONA

by Luigi Leonardi

Come si combatte dall’interno il sistema in cui...

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

by Vincenzo Cuomo, Gianfranco Milillo

In un paese come l’Italia, in cui è...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa