Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Alternativa Territorio Migranti, Chiesa: ''Il grande errore dell'Ue in Libia e la tattica di Macron''

Alternativa

Migranti, Chiesa: ''Il grande errore dell'Ue in Libia e la tattica di Macron''

migranti mano maredi Andrea Barcariol
Italia pronta a incassare il pieno sostegno di Germania, Francia e Spagna nel mini vertice sull'immigrazione che si terrà domani a Parigi. Tra le proposte che, secondo alcune indiscrezioni, dovrebbero essere sottoscritte c'è quella di accordi con Niger e Libia e altre 14 comunità locali sulle rotte migratorie e dei centri nei Paesi africani anche per contrastare il traffico di esseri umani. Su questa tema caldo IntelligoNews ha intervistato il giornalista Giulietto Chiesa.

L'Ue sembra pronta a sposare le proposte italiane sull'immigrazione domani nel vertice di Parigi. Cosa ne pensa?
"Innanzitutto bisognerà verificare se sono vere queste indiscrezioni. In tal caso si tratterà di una svolta positiva. L'Italia deve esigere un cambiamento drastico della posizione dell'Ue. Il governo italiano deve sapere bene cosa chiedere e con quale intensità. Non c'è altra soluzione che una risposta collettiva europea, altrimenti il problema immigrazione è irrisolvibile per l'Italia lasciata da sola".

Perché Macron ha spinto tanto per ottenere questo incontro?
"Macron credo abbia intenzioni egemoniche in Europa. Se tiene una posizione a favore esclusivamente della Francia credo che avrà difficoltà ad affermare un ruolo francese nell'Ue. Il suo ragionamento è consono alle sue ambizioni a livello europeo e va al di là della coerenza con quanto precedentemente affermato. Immagino che avrà delle proposte che riguardano l'intera Ue e non solo la Francia".

Tra le soluzioni si parla di Centri in Libia per fermare l'invasione e contrastare i trafficanti di essere umani. Non si sarebbe potuto fare prima visto che se ne parla da anni?

"Certo che siamo arrivati tardi. Non solo. La Nato ha distrutto la Libia senza alcuna ragione o motivazione, se non per interessi di alcuni Paesi. La prima cosa da fare è dire che cercheremo di riparare ai danni che abbiamo prodotto. Altrimenti non si capisce cosa possa significare aiutare i Paesi africani. Il punto fondamentale è che noi siamo responsabili di quanto accaduto, poi cosa significherà aiutare la Libia dipenderà dalle scelte di politiche internazionali che verranno fatte, soprattutto sull'interlocutore con cui parlare e accordarsi. Quale governo vogliamo aiutare? Quello che abbiamo scelto noi occidentali a scapito di altre figure che invece vogliono tornare sulla scena? Dobbiamo fare un accordo politico, questa volta lungimirante, che consenta un governo libico di larghe intese. Non possiamo scegliere l'interlocutore che piace a noi, dobbiamo scegliere un interlocutore che sia corrispondente agli interessi, ai desideri e alla volontà del popolo libico".

Tratto da: intelligonews.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

by Simona dalla Chiesa

"Un papà con gli alamari" non è una...

DALLA CHIESA

DALLA CHIESA

by Andrea Galli

Giovanissimo incursore durante la Seconda guerra mondiale, dopo...


UNA STRAGE SEMPLICE

UNA STRAGE SEMPLICE

by Nando dalla Chiesa

Capaci. E la sua continuazione, via D'Amelio. Una...

LA MAFIA DIMENTICATA

LA MAFIA DIMENTICATA

by Umberto Santino

I caporioni della mafia stanno sotto la salvaguardia...


IL PATTO INFAME

IL PATTO INFAME

by Luigi Grimaldi

Napoli, la mattina del 27 aprile 1982 un...

CANI SENZA PADRONE

CANI SENZA PADRONE

by Carmelo Sardo

C'è stato un tempo in cui, nella Sicilia...


1992. SULLE STRADE DI FALCONE E BORSELLINO

1992. SULLE STRADE DI FALCONE E BORSELLINO

by Alex Corlazzoli

A pochi giorni dall’anniversario dell’attentato in via D’Amelio,...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta