Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

In libreria "La linea della Palma"

Per gli amanti della lettura, della filosofia, dei romanzi, dei saggi quella di Andrea Camilleri è forse una delle più grandi penne che abbiamo avuto. Se ad esso associ l'arguzia e lo stile, mai banale, di Saverio Lodato, uno dei più grandi giornalisti e saggisti del nostro tempo, ecco che nasce un volume di altissimo valore culturale.
In "La linea della Palma", Oscar Bestsellers che dal 7 luglio torna in libreria (edito da Mondadori), come dice già la copertina, "Saverio Lodato fa raccontare Andrea Camilleri". Ne esce fuori un racconto che non è solo autobiografico, in cui Camilleri mette a nudo la sua esperienza di scrittore e di uomo di spettacolo. Infatti emerge in maniera chiara anche il pensiero politico, sociale, filosofico, intellettuale del grande scrittore italiano. Un ragionamento a 360° sulla storia d'Italia.
Stimolato da Lodato, Andrea Camilleri lancia un vero e proprio j’accuse sul mondo a cavallo tra vecchio e nuovo Millennio.
E' la lettura di un pezzo di storia d'Italia, con ricordi sull’universo familiare, sugli anni del fascismo e della guerra, sulla mafia di ieri e di oggi, intrisa di patti e contropatti con il potere, e su quella mentalità subdola e strisciante che - proprio come le vegetazioni tropicali delle palme di cui parla un altro illustre siciliano, Leonardo Sciascia - dalla Sicilia penetra in tutta Italia e in Europa. Il tutto visto dalla prospettiva dell'Alessandro Manzoni moderno.
Quelle 420 pagine, intense e pregnanti, portano il lettore a riflettere e dovrebbero essere un testo di studio nelle scuole. Affinché i giovani possano non solo apprendere la lingua italiana, ma soprattutto crescere intellettualmente confrontandosi con l'esperienza dei mostri sacri della nostra epoca.
(Prima pubblicazione: 05-07-2020)


Andrea Camilleri (Porto Empedocle, Agrigento, 1925 - Roma 2019), dopo l’esordio nel 1978 con Il corso delle cose, ha pubblicato decine di romanzi, racconti e saggi; è il padre dell’amatissimo commissario Montalbano.

Saverio Lodato (Reggio Emilia 1951), per trent’anni inviato de «l’Unità», oggi scrive sul sito ANTIMAFIADuemila.com. È autore di numerosi libri di successo sulla Sicilia. Fra gli altri «Ho ucciso Giovanni Falcone», la confessione di Giovanni Brusca; La mafia ha vinto, intervista-testamento a Tommaso Buscetta; Quarant’anni di mafia (Rizzoli); Il Patto sporco, libro intervista con Nino Di Matteo (Chiarelettere).

ARTICOLI CORRELATI

Il mio Andrea Camilleri
di Saverio Lodato


Il patto sporco

Il libro di Lodato ''Avanti Mafia!'': parola alla stampa

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy