Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di Saverio Lodato
Sebastiano Ardita, Nicola Gratteri, Nino Di Matteo, non hanno bisogno di presentazioni da parte di nessuno, essendosi da il patto sporco alt 300 internatempo affermati agli occhi di milioni di italiani come gli esponenti della meglio magistratura italiana.
Non meravigliatevi allora se tutti i nomi che ho elencato, sono nomi scomodi.
Sono magistrati indigesti al Potere.
Sono magistrati contestati, criticati, accusati di protagonismo, ostacolati nel loro lavoro, quotidianamente processati, a volte persino messi alla gogna da giornali, specializzati in lavoretti sporchi, bisogna dirlo: giornali specializzati in lavoretti sporchi, che vengono stampati pur avendo poche centinaia di lettori, qualche volta migliaia di lettori, perché, come si sarebbe detto una volta con un’espressione colorita, altro non sono che amici del giaguaro.

???? La rubrica di Saverio Lodato

ARTICOLI CORRELATI

A Catania, la meglio Magistratura - di Saverio Lodato

Di Matteo: ''Necessaria riforma elettorale del Csm che spezzi il vincolo degli eletti con le correnti''

Ardita: ''Quella di Catania è una Mafia che si è alimentata nei rapporti con il potere''

Bongiovanni: '''Cosa nostra S.p.A', lo specchio della mafia di oggi''

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy