Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

fiandaca-lunitaStoria del Gran Giurista Reincarnato
di Saverio Lodato - 16 aprile 2014
Sentite un po’ cosa scrive L’Unità, a proposito della candidatura per il PD alle europee del professor Giovanni Fiandaca: "E’ molto più di una candidatura. E’ la fine di un tabù lungo vent’anni, quello per cui il centro sinistra non poteva criticare certe scelte della magistratura, pena essere immediatamente assimilati con le tesi della destra e del berlusconismo".
E sembra di assistere in diretta, continuando nella lettura, alla nascita del Salvatore.
E sembra di assistere a qualcosa di simile a quanto accadeva in Tibet, quando i sacerdoti andavano nei villaggi dell’Himalaya alla ricerca di nuovi Budda reincarnati. Ora, dopo vent’anni, il centro sinistra lo ha trovato: è Giovanni Fiandaca, il Gran Giurista Reincarnato sul cui nome tutti concordano. Ci sono voluti vent’anni, ma la vecchia botte ha finalmente dato buon vino.     
E nel timore che il concetto non sia chiaro: "La candidatura del professor Giovanni Fiandaca, uno dei massimi esperti in Italia di diritto penale, ha un significato che va molto al di là del prestigio e del peso del nome".

E nel timore che il concetto non sia chiaro: "Fiandaca, infatti, ha avuto il Coraggio, e il Merito (le maiuscole sono nostre n.d.r.) , a luglio 2013 di criticare l’impostazione del processo sulla trattativa - fra Stato e mafia - in corso a Palermo", si legge sempre su L’Unità.   
E nel timore che il concetto non sia chiaro: "un intero pezzo della lotta alla mafia, soprattutto l’ultimo tratto, usciva fatto a pezzi da uno stimato professore. Di sinistra. Ora è chiaro che dal primo giugno dell’anno scorso nulla è stato più come prima … ".
Ammetterete cha la prosa, il linguaggio, le aggettivazioni, sono alquanto nord coreani. Ma tant’é, ognuno scrive nella lingua che gli pare.   
A sentire L’Unità, la sinistra, dopo vent’anni in cui non riusciva a distinguersi dal berlusconismo e dal centro destra in materia giudiziaria, adesso può finalmente affrancarsi da un ventennio di schiavitù.
Meno male che Fiandaca c’è - sembra dire L’Unità - perché Fiandaca ristabilisce la supremazia dell’"egemonia" del centro sinistra dopo un ventennio di rovine …
Noi però, che siamo duri di comprendonio, ci impappiniamo scorrendo l’elenco dei "cervelloni di lunga coda" che si sono scagliati contro il processo di Palermo per la Trattativa: Napolitano e Scalfari e Ferrara e Macaluso e Violante e Arlacchi e Sgarbi e Cicchitto e Gasparri e Mancino eccetera eccetera…
Chi è di destra?
Chi è di sinistra?
Toccherà adesso all’Onorevole Gran Giurista Reincarnato metterci in condizione di distinguere...

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy