Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

targa-casa-di-paolodi Salvatore Borsellino - 1° luglio 2015
Non varrebbe neanche la pena di contestare queste schifezze spacciate come informazione ma in realtà la raccolta fondi era stata avviata dalla poetessa Lina La Mattina, sotto il titolo "Siamo tutti Salvatore Borsellino" proprio per permettermi di pagare quella sanzione dato che io avevo esaurito le mie risorse economiche proprio per acquisire, al costo di 57.000 Euro, dei locai adiacenti a quelli della antica farmacia della famiglia Borsellino, non sufficienti per realizzare il progetto della Casa di Paolo.

In realtà mi ero anche illuso che Di Pisa potesse devolvere la somma ricevuta in beneficenza e proprio per aiutare a far nascere la Casa di Paolo, ma non è stato così. La somma raccolta è stata quindi utilizzata, secondo le intenzioni di Lina La Mattina e di quelli che avevano aderito alla sottoscrizione, per pagare la penale, ma poi la stessa Lina La Mattina, insieme agli altri promotori della sottoscrizione, ha deciso di tenera aperta la sottoscrizione per affiancarla a quella che era stata contestualmente aperta a nome del movimento delle Agende Rosse per aiutarmi a portare avanti il progetto della Casa di Paolo, sottoscrizione che ha finora raccolto circa 38.000 Euro che, se non bastano nemmeno a coprire i costi di acquisto del locale, sono stati finora sufficienti a portare avanti i lavori necessari per recuperare i locali, che si trovavano in un totale stato di abbandono e renderli agibili per lo scopo che mi sono prefisso: aprire una scuola di informatica rivolta ai giovani a rischi del quartiere della Kalsa per sottrarli alla perversa spirale povertà-emarginazione-criminalità spicciola-criminalità organizzata. Della sottoscrizione e di come sono utilizzati i fondi do un resoconto che viene periodicamente aggiornato nell'evento Facebook "Realizzare un sogno: La Casa di Paolo". Farò valutare al mio avvocato se nelle velenose affermazioni del Sig. Luca Rocca ricorrono gli estremi per una querela civile e in tal caso utilizzerò l'eventuale risarcimento per la Casa di Paolo. Il Sig. Rocca potrà così dire di avere contribuito anche lui a costituirla.

ARTICOLI CORRELATI

Salvatore Borsellino sotto attacco
Quando si getta fango raccontando una storia senza i fatti

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy