Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Con la partecipazione di Andrea Purgatori, conduttore di “Atlantide”, programma de La7

Martedì 18 gennaio alle ore 18 si terrà a Roma, presso “La Feltrinelli Libri e Musica” sita in Galleria Alberto Sordi, Piazza Colonna, la presentazione del libro “I nemici della giustizia” (ed. Rizzoli). Un volume scritto a quattro mani dal giornalista e scrittore Saverio Lodato e dal magistrato palermitano, oggi consigliere togato del Csm, Nino Di Matteo, che tratta temi scottanti inerenti il mondo giudiziario come il correntismo, il carrierismo sfrenato, la gerarchizzazione degli uffici di procura e il collateralismo con la politica. Quella di Roma sarà la seconda presentazione del volume dalla sua uscita: la prima, organizzata a Palermo dalla casa editrice Rizzoli, la libreria Feltrinelli di Palermo e ANTIMAFIADuemila, ha avuto un grande successo di pubblico (oltre 50 mila visualizzazioni su YouTube) e ha visto la partecipazione dei magistrati Sebastiano Ardita, Roberto Scarpinato e della giornalista Anna Alessia Petrozzi insieme al direttore di ANTIMAFIADuemila, Giorgio Bongiovanni. Il 18 gennaio, nella Capitale, invece, ad intervenire con gli autori ci sarà Andrea Purgatori, conduttore della trasmissione “Atlantide”. Purgatori, aveva già ospitato Lodato e Di Matteo negli studi di La7 qualche mese fa intervistandoli sul contenuto del libro, e non solo. Alle telecamere di “Atlantide”, il magistrato aveva tratteggiato i nemici della giustizia come coloro che si “annidano nelle pieghe delle istituzioni, nella politica, nella magistratura”. I nemici della giustizia “sono coloro i quali, mentre proclamano di volere una giustizia più efficiente, in realtà la vogliono a due facce: efficiente, e certe volte anche spietata, con i poveracci; e invece timida, timorosa e con le armi spuntate nei confronti dei potenti”, aveva affermato Di Matteo. “Sono quei magistrati che, dopo gli scandali emersi nell'ultimo periodo, dicono di voler cambiare mentre in realtà si comportano come coloro i quali vogliono che le cose restino come sono state fino ad ora. Sono quei politici, e sono tanti e trasversali ai vari schieramenti, che vogliono approfittare di questo particolare momento di debolezza della magistratura per far diventare l'ordine giudiziario collaterale e servente rispetto agli altri poteri dello Stato. Sono coloro i quali si vogliono vendicare delle inchieste che comunque la magistratura ha svolto nei confronti del potere. Sono coloro che vogliono evitare che in futuro la magistratura possa continuare a condurre inchieste e processi di quel tipo”. Sempre ad “Atlantide”, Lodato illustrando il suo ultimo lavoro, aveva ricordato come in questo i due autori si fossero imbattuti in uno scenario aggrovigliato su sé stesso. “Parlando della magistratura ci imbattevamo nella mafia, parlando della mafia ci imbattevamo nella politica e nella mafiosità delle classi dominanti, del potere politico e dei governi che in Italia si sono succeduti”. “Forse - aveva aggiunto - in Italia non è mai esistito un governo che abbia ingerito fino in fondo la necessità di fare la lotta alla mafia. Quando è stato costretto dagli eventi lo ha fatto ma, come ha ricordato Nino Di Matteo, non si doveva mai e non si deve mai superare un certo livello, altrimenti scattano le controazioni che innanzitutto colpiscono la magistratura perbene”. L’evento si svolgerà in ottemperanza delle misure anti-Covid 19.
E’ richiesta l’esibizione del Green Pass rafforzato e l’obbligo di indossare la mascherina protettiva.

Prenotazione consigliata all’indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ARTICOLI CORRELATI

''I Nemici della Giustizia'' a Palermo

I (tanti) nemici della giustizia

Atlantide: tra ''cordate'' e ''correnti'', Nino Di Matteo denuncia i ''nemici della giustizia''

Nino Di Matteo: contro la magistratura un'offensiva unilaterale del Potere

Nino Di Matteo: ''Costituzione violata dalla legge Cartabia''

Nino Di Matteo: contro logiche di potere ''necessaria operazione di verità''

''I nemici della giustizia'', il libro di Nino Di Matteo e Saverio Lodato

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy