Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Categoria: Inchieste
Editore: Mondadori
Pagine: 192
Prezzo: € 18,50
ISBN: 978880460469
Anno: 2010

Visite: 3893

Recensione

Non sta tramontando «il» Vaticano, ma certamente è in crisi «un» Vaticano. Per quale ragione? Perché il suo peso internazionale si sta riducendo? Perché solo adesso è esploso lo scandalo della pedofilia dei preti cattolici? Che cosa significa la creazione di un «ministero» della Santa Sede per rianimare il cattolicesimo in Occidente? Come mai la Chiesa sembra condannata a essere fraintesa? Perché la «bolla morale» cattolica e quella finanziaria di Wall Street sono scoppiate quasi simultaneamente?
C'era una volta un Vaticano indaga sulle cause dell'affanno di questa istituzione bimillenaria. La tesi di Massimo Franco è che gli scandali, le lotte di potere all'interno della gerarchia ecclesiastica, le frizioni con l'«Europa di Halloween», sempre meno legata ai simboli della cristianità e attratta da riti paganeggianti, siano i sintomi dell'imminente archiviazione di un'epoca: quella di un Vaticano costruito sul primato cattolico in Occidente, sulla capacità di orientare gli elettorati, sui paradigmi della guerra fredda e su una pedagogia che un tempo le opinioni pubbliche accettavano, talvolta pur senza condividerla, e che adesso invece contestano o, peggio, ignorano. Quanto è accaduto in Belgio, con i vescovi sequestrati dalla polizia che cercava le prove degli abusi, giudicati quindi come crimini e non come devianze da trattare nel segreto di parrocchie e conventi, rappresenta uno spartiacque.
Ma l'incognita più densa di implicazioni è costituita dai riflessi internazionali di questo passaggio. Il Vaticano ha espresso nei secoli alcuni dei valori più profondi delle democrazie occidentali; oggi, invece, sembra rispecchiarne il disorientamento e la debolezza. E il progressivo, violento soffocamento delle minoranze cristiane in Medio Oriente e in Asia anticipa uno scenario che in un tempo non lungo potrebbe diventare comune anche ai paesi europei. C'è quindi da sperare che sia in atto una metamorfosi dalla quale il Vaticano riemergerà magari ridimensionato, ma in grado di continuare a esercitare il suo ruolo di interlocutore e referente insostituibile per ogni paese del mondo.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy