Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Categoria: Inchieste
Editore: Chiarelettere
Pagine: 96
Prezzo: € 16,00 +dvd
ISBN: 9788861902329
Anno: 2011

Visite: 1539

Recensione

"LA DIFFERENZA TRA LE DITTATURE E LE DEMOCRAZIE È CHE NELLE DITTATURE C'È SOLO IL DIRITTO DI APPLAUSO, MENTRE NELLE DEMOCRAZIE C'E' ANCHE IL DIRITTO DI CRITICA E DI PERNACCHIO" Marco Travaglio

"... E POI C'È LA TELEFONATA DI BERLUSCONI, IL QUALE DICE A TARANTINI: 'VEDI GIANPI, IL GUAIO È CHE LA MIA PIÙ GROSSA OPPOSIZIONE NON È LA SINISTRA CHE NON VALE NIENTE, MA LA MAGISTRATURA!'."

"... TUTTO CIÒ DI CUI NECESSITIAMO È QUESTO: UNA CLASSE POLITICA ELETTA CONSAPEVOLMENTE DA GENTE INFORMATA CHE SI PUÒ PERMETTERE IL LUSSO DI FARE LE LEGGI CONTRO LA CORRUZIONE, CONTRO LA MAFIA E CONTRO L'EVASIONE FISCALE E QUINDI DI RASTRELLARE QUEI MILIARDI CHE NEI PROSSIMI ANNI SARANNO NECESSARI PER PORTARE IN PAREGGIO IL BILANCIO E NON VENIRE SBATTUTI FUORI DALL'EUROPA."

Così va in scena la Comédie italienne. Autore: Marco Travaglio. Protagonisti e interpreti: i politici e i potenti di questo paese. Un racconto irresistibile, per certi aspetti esilarante. La vena satirica e caustica si sposa con l'acribia e il rigore giornalistico che contraddistinguono tutta l'attività di Marco Travaglio. Una miscela unica di fatti e personaggi. Un diario corrosivo di come siamo. Un pezzo di storia d'Italia che vorremmo dimenticare, ma che rimarrà agli atti, perché non si ripeta.
Nel dvd, rimontati in un unico racconto, gli interventi a Passaparola. Nel libro, i fatti e la loro contestualizzazione.
Lunedì dopo lunedì, la storia di un anno vissuto nell'illegalità permanente. Con il commento di Travaglio. E un breve inquadramento dei fatti. Personaggi come Valter Lavitola o Nicole Minetti o Luigi Bisignani, che mai avremmo incrociato in una democrazia "normale", qui la fanno da protagonisti. P2, P3 P4... Ma non ci sono solo loro. C'è un filo che tiene uniti molti personaggi e fatti diversi, è il "codice Berlusconi" che ha contagiato tutti.
Negli eventi del 2011 qui ricostruiti è racchiuso il perché della fine di questa Seconda repubblica, dalla legge sul legittimo impedimento (bocciata metà dalla Consulta e metà dal referendum) e l'inverosimile storia di Ruby, fino agli ultimi atti di un governo scaricato anche dalla Chiesa.

Chiarelettere: "Silenzio, si ruba" - Marco Travaglio

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy