Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Categoria: Inchieste
Editore: Chiarelettere
Pagine: 340
Prezzo: € 15,00
ISBN: 9788861900943
Anno: 2009

Visite: 1768

Recensione

COMPRARE UN TESTIMONE, VINCERE I PROCESSI E DIVENTARE PREMIER. LA VERA STORIA DEL CASO MILLS

"Mills ha agito certamente da falso testimone. Da un lato perconsentire a Silvio Berlusconi e al gruppo Fininvest l'impunità dalleaccuse o almeno il mantenimento degli ingenti profitti realizzatiattraverso operazioni societarie e finanziarie illecite. Dall'altro perperseguire il proprio vantaggio economico."

Dalla sentenza di condanna in primo grado di David Mills, 17 febbraio 2009, all'interno del libro. Nicoletta Gandus Presidente, Pietro Caccialanza Giudice, Loretta Dorigo Giudice.

Bisogna cominciare da qui. Dalle motivazioni della sentenza di condanna che il 17 febbraio 2009 ha inflitto quattro anni e mezzo di carcere in primo grado a David Mills, l’avvocato inglese, marito di un ministro laburista, creatore a partire dal 1978 della rete delle società offshore del gruppo Fininvest.

Un documento eccezionale, solo in parte raccontato da giornali e tv, in cui si spiega come dietro le assoluzioni di Berlusconi nei vecchi processi (corruzione della Guardia
di Finanza) ci sia la falsa testimonianza di Mills.E in cui, finalmente, viene alzato il coperchio sul sistema di fondineri che ha garantito al Cavaliere anni di guadagni esentasse:centinaia di milioni di euro sottratti allo Stato. Tutto grazie a lui,Mills, il professionista foraggiato da Berlusconi prima con 10 miliardi di lire e poi con una tangente da 600mila dollari.

Due imputati ma un solo condannato: il presunto corrotto. L’altro, l’uomo che lo aveva pagato per farlo tacere, nel frattempo ha fatto carriera ed è diventato presidente del Consiglio.Lo ha voluto il popolo. E grazie alle leggi ad personam (in questo casoil lodo Alfano, approvato in consiglio dei ministri anche dal premier)è riuscito a non essere processato. Un delitto perfetto!

Questolibro illustra con fatti, testimonianze e documenti inediti alla mano,tutte le trappole e gli inganni tesi a danno di magistrati,giornalisti, avversari politici: per salvare Berlusconi e condannarenoi cittadini a non sapere. Basta leggere la sintesi della sentenzapubblicata all’interno. Chi dovrebbe salvaguardare le leggi dello Stato ha fatto di tutto per occultare la verità e conservare il potere. Fino a quando?


PRETESTI

“The B people... sapevano bene quanto la mia testimonianza, perusare un eufemismo, avesse tenuto Mr. B fuori da un sacco di problemi.”
David Mills.

“Lasentenza emessa nel processo Fininvest ha accertato che la Guardia diFinanza era stata corrotta... affinché non venissero svolteapprofondite indagini in ordine alle società del Gruppo Fininvest e nonne emergesse la reale proprietà.”
Dalla sentenza.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy