Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Categoria: Inchieste
Editore: Bur Rizzoli
Pagine: 416
Prezzo: € 11,80
ISBN: 17035767
Anno: 2009

Visite: 1754

Recensione

Chi manovra l’eversione nera?
Piazza Fontana, piazza della Loggia,
stazione di Bologna, Gladio, P2:
i misteri d’Italia ritornano a inquinare
la nostra democrazia. Perché la verità,
anche a distanza di quarant’anni, resta
indicibile. I magistrati che l’hanno cercata
la conoscono. E ora la raccontano.

Ci avete sconfitti, ma oggi sappiamo chi siete.”
Libero Mancuso

C’è una lunga stagione della storia italiana in cui forze sotterranee eocculte si sono di volta in volta incrociate, sommate o scontrate conle forze visibili della politica, della economia, della società in unaguerra segreta tra l’Occidente e il blocco comunista. Una guerra abassa intensità, non ortodossa, non convenzionale, che però haprovocato tantissime vittime e ha inquinato per sempre la vita dellanostra Repubblica. Oggi questa guerra è finita, ma la verità restaindicibile. E i processi – piazza Fontana, piazza della Loggia,Italicus, Gladio, P2 – si chiudono e si riaprono, senza quasi mai poteraccertare in via definitiva i colpevoli. Due generazioni di magistratisi sono spesi a cercare questa verità. E sono sempre statimisteriosamente fermati poco prima di svelarla. Eppure, le lorosentenze hanno dimostrato che, senza l’ombra dei servizi e le copertureinternazionali, non una delle stragi italiane sarebbe stata commessa e,se commessa, non sarebbe potuta rimanere impunita. E che sologuardandole tutte insieme se ne può capire il senso. Perché il GrandeVecchio altro non è che un network di poteri criminali che hafortemente limitato la sovranità della nostra democrazia e che hanutrito, al di là degli obiettivi iniziali, quella cultura dellaillegalità che, ancora oggi, detta legge in Italia.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy