Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.
Categoria: Inchieste
Editore: Il Punto d'Incontro
Pagine: 320
Prezzo: € 15,90
ISBN: 978-88-8093-549-0
Anno: 2008

Visite: 1966

Recensione

Una ricerca sulle origini della mafia porta il professor Caruso a infiltrarsi in un'organizzazione neo templare di livello mondiale, riconosciuta perfino dall'Onu, e a entrare in possesso di alcune pergamene custodite in un'antica abbazia benedettina. Scritti nel 1240 da Armand de Perigord, all'epoca gran Maestro dell'ordine dei Templari, i documenti aprono le porte ad arcani segreti, portando Caruso e il suo giovane collaboratore sulle tracce dei resti mortali di Gesù. Dopo la misteriosa morte del professore e del suo assistente, il testamento lasciato nelle mani del notaio Capretti ci introduce a uno scenario terribile: la mafia siciliana e tutte le mafie del mondo sono ben più che semplici organizzazioni criminali e devono la loro origine e i loro metodi a gruppi monastici medievali, da cui sono scaturite per una precisa missione da compiere con scrupolosità nel corso dei secoli. Operando per cicli di attività seguiti da altrettanti periodi di sonno, hanno contribuito attraverso varie fasi a provocare il progressivo sgretolamento della nostra società, costruita su false apparenze.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos